dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 8 agosto 2016

Certificato di Proprietà digitale, le dritte per consultarlo

La burocrazia non è mai divertente o semplice, ma a volte basta qualche consiglio per cavarsela

Certificato di Proprietà digitale, le dritte per consultarlo

Ormai lo sapete tutti: dal 5 ottobre 2015, il Certificato di Proprietà (il documento che attesta lo stato giuridico attuale del veicolo) viene rilasciato dal PRA esclusivamente in modalità digitale. Sostituendo progressivamente, per le formalità richieste dalla da quella data in poi, l’attuale documento cartaceo. In teoria, con la digitalizzazione, il Certificato di Proprietà non può più essere smarrito o sottratto e, quindi, non dovrà più essere richiesto al PRA il duplicato con evidente risparmio di tempo e denaro. Inoltre, così garantisce l’ACI (che gestisce il PRA) vengono garantiti maggiori livelli di sicurezza del documento che non potrà più essere contraffatto. Ma come visualizzare il CdP digitale? Ve lo spieghiamo in basso.

Tre passi

1# Partenza. Iniziamo dal punto di partenza: vi viene consegnato un CdP digitale che risiede nei Sistemi informativi ACI. E vi viene consegnata una ricevuta contenente un codice d’accesso attraverso il quale è possibile visualizzare la ricevuta e il Certificato di Proprietà.

2# Sito. Per vedere il Cdp, cliccate qui https://iservizi.aci.it/consultacdpd/. In alternativa, andate sul sito ACI, poi cliccate a destra su Certificato di Proprietà digitale, infine “Consulta il Cdp digitale”. A questo punto, siete di fronte a un bivio. La prima opzione è cliccare su “Consulta il Certificato di proprietà Digitale utilizzando l’attestazione di presentazione della formalità”; l’alternativa è cliccare su “Consulta il Certificato di proprietà Digitale utilizzando l'identificativo univoco (ID-CDPD), riportato sulla stampa del Certificato stesso”.

3# Smartphone. La seconda strada per consultare il Cdp digitale è la lettura mediante smartphone o altro dispositivo idoneo del QR-code presente sulla ricevuta. O collegandosi all’indirizzo web indicato nella ricevuta digitando il codice di accesso.

Due dritte

Magari, non sapere se il vostro Cdp sia cartaceo o digitale: un dubbio legittimo in questi mesi di transizione. Tramite la pagina iservizi.aci.it, compilando i campi richiesti, è possibile verificare il formato del Certificato di Proprietà di un veicolo. Il campo Codice fiscale è facoltativo e va utilizzato per verificare se esso è riferito a uno dei soggetti presenti sul Certificato stesso. E se, successivamente all’emissione del CdP digitale, sono intervenute modifiche sullo stato giuridico del veicolo (come l’iscrizione di fermo amministrativo), al momento della consultazione web, il sistema segnalerà questi cambiamenti.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , aci


Top