Mercato

pubblicato il 3 agosto 2016

Ferrari da record, stupisce gli analisti e spicca in Borsa

Secondo trimestre sopra le attese grazie ai modelli V8, alle personalizzazioni e alla Formula 1

Ferrari da record, stupisce gli analisti e spicca in Borsa
Galleria fotografica - Le Ferrari a 8 cilindriGalleria fotografica - Le Ferrari a 8 cilindri
  • Le Ferrari a 8 cilindri - anteprima 1
  • Le Ferrari a 8 cilindri - anteprima 2
  • Le Ferrari a 8 cilindri - anteprima 3
  • Le Ferrari a 8 cilindri - anteprima 4
  • Le Ferrari a 8 cilindri - anteprima 5
  • Le Ferrari a 8 cilindri - anteprima 6

Ferrari ha sorpreso gli analisti. Nel secondo trimestre dell’anno ha messo a segno ricavi pari a 811 milioni di euro (+5,9%) arrivando ad un cumulativo nei primi sei mesi di 1,486 miliardi di euro (+7%). La comunicazione ha così spinto il titolo in Borsa facendolo viaggiare controcorrente (l'indice Ftse Mib ha segnato un -2,63%, mentre Ferrari è salita dell'1% a 40,91 euro; +0,15% a 45,85 dollari a Wall Street). L’altra notizia positiva per Maranello è che tutti i comparti hanno contribuito al risultato, compreso il Motorsport. Il miglior posizionamento nelle classifiche del Campionato ha portato ad una crescita delle sponsorizzazioni e dei proventi commerciali e relativi al marchio (+14%, ovvero 117 milioni di euro di ricavi). Riguardo ai modelli invece hanno continuato a dare ottimi risultati quelli equipaggiati con il V8 (eletto International Engine of the Year 2016 e locomotiva del bilancio 2015) e buoni ricavi sono arrivati dal programma di personalizzazione, sempre più in voga. Vediamo in dettaglio.

Sale il contributo del Motorsport

Per la Ferrari in Formula 1 è un momento molto delicato e importante. La Scuderia ha voltato pagina cambiando l’impostazione del team per cercare di recuperare il terreno perso in questa stagione, che termina il 24 novembre. Intanto, nel trimestre appena concluso il segmento motori ha totalizzato un volume d'affari pari a 71 milioni (+24%), per lo più a seguito di una maggiore fornitura ad altre scuderie di Formula 1 (Haas, Sauber e Toto Rosso) e le entrate derivanti dalla gestione dell'autodromo del Mugello sono saliti a 34 milioni di euro (+24%).

Le Ferrari più vendute

Nell’ultimo trimestre sono state consegnate in tutto il mondo 2.214 Ferrari (+8%), una performance trainata - come l’anno scorso - dai modelli a 8 cilindri, le cui vendite in questo periodo sono aumentate del 16%. Parliamo delle ultime novità: la 488 GTB e la 488 Spider. Le consegne delle 12 cilindri sono calate invece del 22%, innanzitutto perché è terminata la produzione della FF ed il lotto de LaFerrari (una serie speciale limitata) si è esaurito e poi perché l’età (5 anni) comincia a pesare sulla F12berlinetta. Il calo del V12 è stato comunque compensato, almeno in parte, dall’introduzione della nuova F12tdf. Geograficamente, le vendite sono aumentate nella regione Emea (+14%) e in Cina (+26%), mentre nelle Americhe e in Asia-Pacifico si sono mantenute stabili.

Le attese di fine anno

Per la fine dell'anno Ferrari ha confermato gli obiettivi già definiti, ovvero un volume di consegne intorno alle 8.000 unità, con ricavi netti oltre i 3 miliardi di euro, un ebitda rettificato a 800 milioni e un indebitamento netto inferiore ai 730 milioni di euro. Sul versante prodotti, a luglio ha svelato le immagini de LaFerrari in versione scoperta, che debutterà a settembre al Salone di Parigi; mentre lato Motorsport ha annunciato con il Gruppo Luxottica un accordo di sponsorizzazione in base al quale il marchio Ray-Ban apparirà sulle vetture di Formula 1 SF16-H.

Autore:

Tag: Mercato , Ferrari , immatricolazioni


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 55
  •  - Salone di Parigi 2016 -
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 38
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 44
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top