dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 3 agosto 2016

Incidente d’auto, come si ottiene il rimborso in tre mosse

L’Ivass indica i passi fondamentali e noi ve li spieghiamo per rendere tutto più semplice

Incidente d’auto, come si ottiene il rimborso in tre mosse

Il documento 10/2016 dell’Ivass (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni), pubblicato nelle scorse settimane sul proprio sito istituzionale, è la chiave della futura Rc auto. Adesso è in pubblica consultazione la nuova nota informativa per i rami danni che dovrà essere consegnata al cliente prima della sottoscrizione della polizza: ricevute le osservazioni, l’Ivass emanerà un vero e proprio regolamento. In materia di incidenti Rca, indica quali sono i passi che dovete compiere per avere il risarcimento.

Tris vincente

1# Modulo blu. Se siete vittime di un sinistro, dovete comunicare l’accaduto all’impresa o all’agenzia di competenza entro 3 giorni. Anzitutto, chiamate quanto prima il numero verde della compagnia. La denuncia può essere redatta sul Modulo blu di Constatazione Amichevole di Incidente (CAI).

2# Convenzione di Indennizzo Diretto. Se l’incidente ha coinvolto solo due veicoli/ciclomotori entrambi identificati, assicurati e immatricolati in Italia; se, pure in presenza di danni fisici alla persona, le lesioni riportate non comportano un’invalidità permanente superiore al 9% (per lesioni subite da un terzo trasportato, anche se di gravità superiore a quel limite), allora c’è spazio per la CID, Convenzione di Indennizzo Diretto. Verrete rimborsati direttamente dal vostro assicuratore. È quanto si verifica 9 volte su 10.

3# Quali tempi. L’impresa deve formulare un’offerta o negare il rimborso motivando il diniego entro tempi che variano da 30 a 90 giorni dalla richiesta di risarcimento a seconda che si tratti di danni a cose o danni a persone. A conclusione del processo di liquidazione dei sinistri il contraente e l’assicurato hanno il diritto di prendere in visione i relativi atti.

Caso raro

La richiesta di risarcimento deve essere invece indirizzata alla compagnia del responsabile (e non alla vostra) se i veicoli coinvolti sono più di due; oppure uno o più dei veicoli coinvolti non sono identificati o assicurati o immatricolati in Italia; o le lesioni riportate dalle persone fisiche sono gravi. La procedura sarà più lunga rispetto al risarcimento diretto. Nel caso in cui il veicolo di controparte sia non identificato o non assicurato, la richiesta di risarcimento deve essere indirizzata alla Consap, Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici. Con tempistiche che si dilatano ancor più.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni , incidenti


Top