dalla Home

Curiosità

pubblicato il 28 luglio 2016

BMW R nineT Scrambler, semplice ma con carattere

L'ultima nata della Casa bavarese si dimostra adatta a tutte le occasioni

BMW R nineT Scrambler, semplice ma con carattere

Si tratta dell'ultima novità di Monaco, che ha voluto cambiare i connotati alla già apprezzatissima R nineT, dandole un look da vintage offroad, o “Scrambler”, come la moda recente impone. Con una base meccanica e telaistica invariata (bicilindrico boxer da 1.170 cc, 110 CV e 116 Nm di coppia massima), cambia la ciclistica che ora poggia su cerchi a raggi con anteriore da 19”. La forcella da 43mm è telescopica, una soluzione più classica, ed è un po' più inclinata. Sia davanti che dietro aumenta l'escursione e gli pneumatici sono di tipo on-off. Completa la personalizzazione il manubrio più alto (ma non troppo) e il nuovo faro anteriore più piccolo.
OmniMoto.it l'ha provata e ha trovato la posizione di guida totalmente “user friendly”.

Per andare a spasso, è ok. Per andare al bar, è ok. In mezzo al traffico - manubrio largo, busto dritto, tanto controllo - è ok. Se si decide di forzare il ritmo accetta di buon grado e non si tira indietro. La ruota da 19’’, in questo caso, più che un limite è un punto di forza: scende in piega in maniera progressiva e si fa tirare subito su con un colpo di gas e l’ottima leva offerta dal manubrio. Costa 14.000 euro tondi tondi… 1.750 in meno della versione più “stradale”. Qui trovate il test completo. Su OmniMoto.it anche altre prove nella settimana appena passata, come il nuovo appuntamento con il Perchè Comprarla, questa volta dedicato alla nuova Ducati Scrambler Sixty2. Vi consigliamo anche l'hard test della nuova Honda Africa Twin, messa “sotto sforzo” in Galles da Diego.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Bmw , moto


Top