Attualità

pubblicato il 28 luglio 2016

Auto blu, la situazione in Italia oggi

Dopo la decisione di Raggi a Roma, vediamo come procede il taglio previsto dal Governo Renzi

Auto blu, la situazione in Italia oggi

Mentre il Comune di Roma prende provvedimenti importanti a livello di auto blu, qual è la situazione su scala nazionale? Stando al più recente censimento del Ministero per la Semplificazione (i cui dati sono stati pubblicati a marzo 2016), il parco auto delle pubbliche amministrazioni si è ridotto a circa un terzo, passando da 66.619 del 2014 a 23.203 del 2015. Il tutto in linea con le disposizioni del Governo Renzi, che sulla diminuzione delle auto blu ha puntato forte, giocandosi anche la propria credibilità. Per le amministrazioni centrali dello Stato, si conferma il dimezzamento delle vetture in uso da 567 del 2014 a 274 del 2015, con la riduzione delle auto blu con autista dei ministeri ridotte di circa due terzi in discesa da 159 del 2014 a 59 del 2015.

Che cosa non torna

I numeri dicono che si è sulla buona strada (le auto blu sono ancora uno sproposito, ma forse più di così il Governo non riesce a tagliare per ora). Tuttavia, c’è un problema: la percentuale complessiva di risposta al censimento 2015 (che presenta criteri di rilevazioni non coincidenti rispetto al 2014) è stata del 45,6% pari a circa 4.647 soggetti, nonostante il 100% registrato dalle amministrazioni centrali che avevano immesso i propri dati già prima dell’ultima scadenza. A pesare è stata la mancata risposta di molti enti di ridotte dimensioni e dei Comuni non capoluogo; molti di questi non si sono registrati, ma sono anche molto piccoli e quindi presumibilmente non hanno auto.

Quali obblighi

Ricordiamo che il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 25 settembre 2014 ha disciplinato gli obblighi di riduzione del numero delle vetture di servizio (non dedicate allo svolgimento di attività di servizio di carattere operativo) in uso presso le amministrazioni centrali dello Stato. Ha limitato a cinque il numero massimo di queste macchine per le amministrazioni centrali. Un’ulteriore auto, in uso esclusivo e limitatamente al periodo di durata dell'incarico, è attribuita al Presidente del Consiglio dei Ministri e ai Ministri. Per quanto riguarda le Regioni e gli Enti locali, è stato siglato un accordo in cui si prevede che entro il 31 dicembre 2016 sia operata una riduzione delle vetture di servizio con autista, per il trasporto di persone, in misura pari al 25%. Non resta che attendere, verificando anche se e quali possano essere le sanzioni davvero applicate agli Enti che non rispondono, o che non tagliano le auto blu.

[Foto: governo.it]

Autore: Redazione

Tag: Attualità , auto blu


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 56
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 55
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 57
  •  - Salone di Parigi 2016 -
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top