dalla Home

Mercato

pubblicato il 28 luglio 2016

Tesla GigaFactory, la super-fabbrica di batterie per auto

E’ una tappa importante nei piani di Elon Musk, ma anche altri costruttori la vogliono realizzare

Tesla GigaFactory, la super-fabbrica di batterie per auto
Galleria fotografica - Tesla GigaFactoryGalleria fotografica - Tesla GigaFactory
  • Tesla GigaFactory - anteprima 1
  • Tesla GigaFactory - anteprima 2
  • Tesla GigaFactory - anteprima 3
  • Tesla GigaFactory - anteprima 4
  • Tesla GigaFactory - anteprima 5
  • Tesla GigaFactory - anteprima 6

Prima le auto elettriche, poi le batterie. Elon Musk l’ha pensata in quest’ordine. Nel 2003 ha fondato l’azienda che celebra l’inventore Nikola Tesla (qui la storia) e il 29 luglio 2016 inaugura in Nevada (USA) la sua GigaFactory ovvero una super fabbrica (costata 5 miliardi di dollari) che produrrà - auto a parte - gli storage domestici (Powerwall) e quelli professionali (Powerpack). Era un passo necessario, perché produrre le batterie in casa - quando si vendono auto a batteria - è solo questione di tempo ed Elon Musk non è certo il solo ad averci pensato. E’ sempre di questi giorni la notizia, anzi l’indiscrezione, che Jaguar Land Rover avrebbe aperto un dialogo con Ford e BMW per costruire un impianto simile in Europa. I numeri di Elon Musk sono comunque molto ambiziosi.

Numeri da record

Diamo subito il dato più importante: con una produzione annuale di 35 GWh a regime (entro il 2018) la GigaFactory supererà la produzione totale mondiale di batterie al litio del 2014, potendo rifornire le circa 500.000 auto elettriche che verranno assemblate ogni anno. Al momento la fabbrica è completa solo al 14% e nel giro di un anno lo sarà al 31%, con la possibilità che il tetto venga interamente rivestito da pannelli fotovoltaici. Quando sarà ultimata al 100% (entro tre o quattro anni al massimo) occuperà un’area equivalente a ben 174 campi da football (come piace dire agli americani); in pratica con i suoi 930mila metri quadrati circa sarà uno degli edifici più grandi del pianeta. Gli impiegati stimati saranno ben 10mila, è quindi facile immaginare quanto la GigaFactory di Tesla impatterà sulla vita e l’economia dello stato che ospita Las Vegas (e che ha dato a Tesla, per la GigaFactory, vantaggi per 1,3 miliardi di dollari, fra sgravi fiscali e altro). Un’altra curiosità: i macchinari impiegati nello stabilimento sono giapponesi e provengono da un accordo da 1,6 miliardi di dollari.

La Model 3 farà da apripista

La prima sfida della GigaFactory Tesla sarà quella di produrre abbastanza batterie per le Model 3 già ordinate, parliamo di circa 400mila vetture che Musk ha intenzione di vendere a 35mila dollari l’una (una cifra che in base alle promesse non dovrebbe discostarsi dal listino europeo). Nel frattempo il CEO Elon Musk si è detto fiero della sua opera ed il fatto che ogni giorno alcuni cavalli selvatici della zona vengano ad abbeverarsi accanto allo stabilimento gli fa sembrare di essere “nel vecchio West”.

Dentro la Tesla GigaFactory

Tesla Motors inaugura il 29 luglio 2016 l'enorme Gigafactory, la nuova fabbrica da 5 miliardi di dollari per la produzione di batterie destinate alle auto elettriche.

Scheda Versione

Tesla Motors Model 3
Nome
Model 3
Anno
2018
Tipo
Premium
Segmento
medie
Carrozzeria
3 volumi
Porte
5 porte
Motore
elettrica
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Mercato , Tesla Motors , auto elettrica


Top