dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 27 luglio 2016

Incidente d’auto all’estero, come farsi risarcire

In pochi e semplici passi vi spieghiamo come avere l’indennizzo in caso di sinistro fuori dall’Italia

Incidente d’auto all’estero, come farsi risarcire

Siete autorizzati a fare i debiti scongiuri, ma è sempre bene parlare di eventuali sfortune, così da saper reagire nel caso di verifichino: ci riferiamo a un incidente d’auto all’estero. Con voi che siete vittime al 100%: la situazione classica è una macchina che vi tampona, in un Paese che può essere Austria, Germania, Spagna o altri. Purtroppo, dimenticatevi dell’indennizzo diretto Rca, facile e rapido, perché la burocrazia la fa da padrona. Ovviamente, trattiamo solo il tipo di sinistro più frequente, per quanto riguarda la zona in cui si verifica e il veicolo che lo causa.

Tre passi

1# Dritte facili. Anzitutto, per praticità, limitiamo il raggio d’azione. Se, durante un viaggio all’estero in uno dei Paesi del Sistema Carta Verde, si è rimasti vittima di un incidente provocato da un veicolo immatricolato e assicurato in uno degli Stati dello Spazio Economico Europeo, per chiedere il risarcimento dei danni subiti rivolgetevi all’assicurazione estera del responsabile del sinistro. O al suo rappresentante in Italia (il mandatario). Per visualizzare l’elenco dei Paesi del Sistema Carta Verde, cliccate qui. Per vedere l’elenco dei Paesi dello Spazio Economico Europeo, cliccate qui.

2# A chi. Per conoscere il nome dell'impresa di assicurazione del veicolo estero e il nome ed indirizzo del suo mandatario in Italia, inviate apposita richiesta al Centro Informazioni compilando il “Modello A” per i sinistri accaduti all'estero: cliccate qui.

3# Complicazioni. Può succedere che (a seguito degli accertamenti svolti presso il Centro di Informazione) il veicolo responsabile non venga identificato. O non risulti assicurato. Oppure che l’impresa non abbia nominato il mandatario, o non abbia formulato risposta motivata entro tre mesi dalla richiesta di risarcimento. Allora rivolgetevi all’Organismo di Indennizzo Italiano. Che valuterà l’esistenza dei presupposti per il suo intervento sulla base della legge straniera applicabile.

Incidenti in Svizzera

Discorso a parte per la Svizzera. Se il veicolo responsabile del sinistro è immatricolato in Svizzera (Paese non aderente allo Spazio Economico Europeo), sarà comunque possibile rivolgersi al Centro di Informazione per conoscere il nominativo del mandatario in Italia dell'impresa di assicurazione Svizzera. Questo è possibile grazie a un accordo italo-svizzero. Occhio però: non c’è l’obbligo per il mandatario in Italia di fornire una risposta motivata nel termine di tre mesi dalla data di ricezione della richiesta di risarcimento. E non c’è la possibilità di rivolgersi all'Organismo di Indennizzo in caso di assenza di risposta motivata.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni


Top