dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 25 luglio 2016

Assistenza stradale, quali alternative e a quale costo

Gli imprevisti possono rovinare una vacanza. Per tutelarsi, in ogni caso, basta poco

Assistenza stradale, quali alternative e a quale costo

Conoscere in anticipo le condizioni del traffico è una possibilità che qualsiasi automobilista non deve lasciarsi sfuggire, in maniera da giungere a destinazione senza imprevisti o in ritardo sulla tabella di marcia. Basta questa semplice accortezza per regalarsi viaggi più sereni. La sfortuna in ogni caso è sempre vigile, ahinoi, quindi può capitare di ritrovarsi in situazioni di emergenza quando meno lo si aspetta: può bastare una gomma forata o un problema meccanico, ma anche un incidente o altre evenienze che vanno purtroppo messe in conto quando si viaggia a lungo. Per evitare qualsiasi inconveniente è consigliabile stipulare una polizza legata ai servizi di assistenza stradale, che mette al riparo da qualsiasi scherzo della malasorte: ha costi facilmente sostenibili, non ha limiti di orario e fornisce garanzie molto elevate, valide talvolta anche all’estero, che mettono al riparo da costi talvolta molto sostenuti.

Quali costi per l’automobilista

#1 Assicurazione. Sono le stesse compagnie a offrire servizi di assistenza stradale. Di frequente però non vengono inclusi nel contratto RC, ma talvolta può capitare l’opposto: per questo motivo è sempre necessario leggere con attenzione i documenti firmati. Il prezzo si attesta intorno alle poche decine di euro, generalmente fra i 15 ed i 20, in funzione del profilo e dell’automobile. Nei servizi è compreso il recupero del mezzo e il trasporto fino al centro di assistenza più vicino, generalmente di tipo ufficiale. Da valutare se è previsto un limite chilometrico al trasporto e se viene fornita l’auto sostitutiva, che può essere offerta gratuitamente. Il servizio di assistenza stradale può non essere erogato in concomitanza di dolo dell’assicurato, guerre e sommosse, calamità naturali e in seguito all’abuso di alcolici o psicofarmaci.

#2 Carro attrezzi. Il consiglio, in questo caso, è di rivolgersi alla compagnia assicurativa (quando previsto) o al servizio di assistenza dell’ACI e di Europe Assistance. L’Automobile Club Italia risponde a criteri di pubblica utilità e può essere richiesto 24 ore 24, per 365 giorni l’anno e su tutte le strade del paese. L’intervento di un carro attrezzi si sollecita chiamando il numero 803.116 (telefonata gratuita) o utilizzando una delle colonnine SOS presenti in autostrada, a patto che siano dotate di fonia. I prezzi sono visibili sul sito ufficiale dell’ACI e variano a seconda che sia orario di lavoro oppure notte/giorno festivo: il costo per un’automobile, in media, è di circa 120/140 euro. Sono previsti sconti per i tesserati. Europe Assistance si può chiamare all’803.803, costa da 115,40 euro e offre assistenza 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno e su tutte le strade. I costi per il servizio della compagnia sono inclusi nel premio, a patto che non siano previsti supplementi chilometrici.

#3 Assistenza in abbonamento. Europe Assistance offre un servizio di assistenza in abbonamento, al prezzo di 14 euro/mese, che include l’assistenza stradale in tutta Europa e l’auto sostitutiva direttamente sul luogo del fermo. Anche Poste Italiane offre un programma di questo genere: si chiama Riparti Più e prevede tre livelli di offerta, da 12 a 45 euro l’anno, che variano per la quantità di opzioni disponibili: il pacchetto più caro (Super) include il rimpatrio del veicolo dall’estero e l’utilizzo di un’auto sostitutiva, fino ad una durata di 10 giorni e alla presenza di determinate condizioni. Quello base, in ogni caso, prevede già la riparazione sul posto in caso di guasto del veicolo, il traino dell’auto e il rientro al domicilio/spese di albergo in caso di immobilizzo del veicolo.

#4 Le proposte delle case. Al momento di acquistare una vettura nuova viene spesso chiesto di sottoscrivere un programma di assistenza stradale, valido anche in Europa, il cui principale vantaggio sta nella formula di pagamento: il costo si può integrare nel canone dell’eventuale finanziamento. A fronte di una maggiorazione modesta, nell’ordine delle poche decine di euro, si ottiene in cambio un servizio valido e di indubbia utilità.

Investimento saggio

Le proposte sono tutte molto valide e vantaggiose, però bisogna avere la pazienza di leggere per bene i termini contrattuali e rintracciare la presenza di eventuali debolezza nell’offerta: fra queste c’è ad esempio il numero massimo di chilometri che un carro attrezzi può percorrere senza eventuali supplementi, come già spiegato in precedenza. L’utilità di questi servizi aumenta al crescere della strada percorsa o all'importanza della trasferta: bastano poche decine di euro per non rovinarsi una vacanza…

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , manutenzione


Top