dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 21 luglio 2016

Elon Musk: nel futuro di Tesla anche "truck" e mezzi pubblici

Con il nuovo Master Plan il fondatore e numero uno di Tesla, annuncia come intende far evolvere l’azienda nel prossimo decennio

Elon Musk: nel futuro di Tesla anche "truck" e mezzi pubblici
Galleria fotografica - Tesla Model 3 prototipoGalleria fotografica - Tesla Model 3 prototipo
  • Tesla Model 3 prototipo - anteprima 1
  • Tesla Model 3 prototipo - anteprima 2
  • Tesla Model 3 prototipo - anteprima 3
  • Tesla Model 3 prototipo - anteprima 4
  • Tesla Model 3 prototipo - anteprima 5
  • Tesla Model 3 prototipo - anteprima 6

“Premessa: il mio lavoro giornaliero consiste nel dirigere la società di trasporti spaziali SpaceX, ma sono anche presidente di Tesla Motors”. Iniziava così il documento scritto nell’agosto 2006 da Elon Musk, che forniva una serie di risposte sulle automobili a zero emissioni (“Le batterie non sono dannose per l’ambiente”) e parlava con enfasi della neonata Roadster. Da allora sono trascorsi dieci anni, Tesla è diventata ormai una solida realtà e le questioni oggi da affrontare sono diverse: non più l’inquinamento e la percezione nei confronti delle elettriche, ma gli apparati di guida semi-autonoma e l’aumento della produzione. Per questo motivo il fondatore e numero uno dell’azienda ha pubblicato ieri un secondo articolo-manifesto, intitolato Master Plan, Part Deux, con il quale fornisce risposte su argomenti di più stretta attualità.

C’è bisogno di collaborazione

Il manager esordisce con un pizzico d’orgoglio, sottolineando come Ford e Tesla siano le uniche grandi società statunitensi nel mondo delle quattro ruote a non aver mai dichiarato bancarotta. Musk chiarisce poi che l’obiettivo di Tesla non è quello di realizzare automobili per ricchi, ma accelerare il passaggio a forme di energia sostenibili. Per farlo ha bisogno del supporto di realtà affini: determinante in tal contesto sarà l’apporto di SolarCity, azienda specializzata nel progettare e installare sistemi di energia solare, che da tempo viene messa al centro di voci riguardanti una possibile collaborazione. Le ultime ipotesi non lasciano spazio a dubbi circa la fattibilità di un accordo. Musk auspica una diffusione capillare dei pannelli solari, che dovranno generare energia per ricaricare le batterie delle automobili elettriche.

Due auto stradali e un tir

Musk include nella sua analisi una parentesi sulle novità a listino: dopo la berlina media Model 3 arriveranno un suv compatto e un pick up, in maniera da incrementare la platea di clienti. Il pick up viene descritto come “di nuovo tipo”. Non ci sarà invece un modello più economico della Model 3, che dovrebbe essere in vendita da circa 35.500 dollari (32.200 euro). Il manager considera necessario aumentare velocemente la produzione, in maniera da arrivare quanto prima al lancio della Model 3, il cui esordio non è atteso prima del 2018. Fra gli obiettivi dell’azienda c’è anche quello di realizzare un veicolo pesante da lavoro ed un mezzo per i trasporti urbani, entrambi in fase di sviluppo e attesi nel 2017. L’avvento della guida autonoma, scrive Musk, permetterà di incrementare il numero di autobus sulle strade e ridurre così le loro dimensioni esterne. Nella sua visione gli autisti controlleranno i vari mezzi presenti nella flotta.

Le auto di proprietà si noleggiano

L’evoluzione della tecnologia si rifletterà in termini positivi anche sulle tecnologie per la guida autonoma e semi-autonoma, che diventeranno a prova d’errore o malfunzionamento. Musk, in maniera un po’ ambigua, sottolinea che “l’affinamento e la validazione del software richiederà molto più tempo che mettere in posizione telecamere, radar, sonar e la parte computer”. Il manager sottolinea poi l’efficacia di questa tecnologia in materia di sicurezza e precisa che l’Autopilot oggi sul mercato è in configurazione beta, non ancora definitiva, quindi ogni aggiornamento sarà utile per incrementarne l’affidabilità. L’arrivo della guida autonoma permetterà inoltre ai clienti di inserire le rispettive Tesla all’interno di una flotta, messa a disposizione di altri clienti, in maniera da garantire un guadagno supplementare quando ad esempio ci si trova in vacanza.

Galleria fotografica - Tesla Model X Galleria fotografica - Tesla Model X
  • Tesla Model X  - anteprima 1
  • Tesla Model X  - anteprima 2
  • Tesla Model X  - anteprima 3
  • Tesla Model X  - anteprima 4
  • Tesla Model X  - anteprima 5
  • Tesla Model X  - anteprima 6

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Tesla Motors , auto americane , auto elettrica


Top