dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 22 luglio 2016

Chevrolet Camaro Z/28, un omaggio a Pontiac

La nostra ipotesi di stile per la più estrema delle Camaro passa per la Firebird Trans Am di “Bandit”

Chevrolet Camaro Z/28, un omaggio a Pontiac
Galleria fotografica - Chevrolet Camaro Z/28 "Bandit", il renderingGalleria fotografica - Chevrolet Camaro Z/28 "Bandit", il rendering
  • Chevrolet Camaro Z/28 \
  • Chevrolet Camaro Z/28 \
  • Chevrolet Camaro Z/28 \
  • Chevrolet Camaro Z/28 \
  • Chevrolet Camaro Z/28 \
  • Chevrolet Camaro Z/28 \

L'ultima volta che abbiamo visto la futura Camaro Z/28 in azione era qualche mese fa con le ruote sollevate da terra in uno spettacolare incidente senza conseguenze al Nurburgring. Quell'uscita di pista è stata immortalata da queste foto, materiale utilissimo per poter creare il rendering della nuova Chevrolet Camaro Z/28 che vi proponiamo in esclusiva. Se vi state chiedendo cosa ci faccia sul cofano di questa Chevy il famoso simbolo dello "screaming chicken" tipico delle storiche Pontiac Firebird Trans Am. La risposta è semplice: tanti appassionati americani attendono la rinascita del marchio GM scomparso nel 2010 e la Camaro più potente si presta a ricoprire il ruolo che fu della Pontiac nel film "Smokey and the Bandit" del 1977.

Torna il "becco" Pontiac

Come si può facilmente notare nella nostra ricostruzione della nuova Camaro Z/28 "Bandit" gli elementi per piacere al di là e al di qua dell'Atlantico ci sono tutti, a partire dal paraurti anteriore modificato che ospita prese d'aria maggiorate, luci diurne a LED verticali e soprattutto un "becco" che sporge sulla griglia e richiama alla mente il famoso frontale Pontiac. L'auto guidata dal "Bandit" Burt Reynolds sembra tornata fra noi con tanto di vernice nera, mitologica fenice stilizzata sul cofano motore e sul montante posteriore, grafiche color oro e cerchi in lega dorati che fanno tanto fine anni Settanta. L'alettone posteriore aggiunge un tocco di classe, oltre al giusto carico verticale sul retrotreno.

Possibile ritorno del V8 7 litri

A questo proposito occorre ricordare che gli ultimi prototipi di Camaro Z/28 di sesta generazione sono stati immortalati anche senza alettone posteriore, mentre quello visto sulla Nordschleife appariva decisamente grande e alto. Questo elemento aerodinamico fissato sul baule posteriore potrebbe essere un optional destinato soprattutto ai track day da aggiungere ad uno speciale kit composto da splitter frontale e alette stabilizzatrici anteriori. L'unica certezza sulla nuova Chevrolet Camaro Z/28 è che si tratterà come sempre della versione più leggera e "racing" della coupé americana, in parte basata sulla ZL1 e destinata a dare il meglio in pista. Un fitto mistero avvolge anche il motore utilizzato dalla nuova Z/28, quello che secondo alcune indiscrezioni potrebbe essere un'evoluzione del precedente V8 LS7 di 7 litri portato a oltre 560 CV e rinominato LT7.

Autore:

Tag: Anticipazioni , Chevrolet , auto americane , auto storiche , rendering


Top