dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 19 luglio 2016

Toyota C-HR, l'ibrido con stile in formato SUV [VIDEO]

Il nuovo city-SUV gioca la carta della del design e sarà innanzitutto ibrido. Ecco com'è dal vivo

Galleria fotografica - Toyota C-HR HybridGalleria fotografica - Toyota C-HR Hybrid
  • Toyota C-HR Hybrid - anteprima 1
  • Toyota C-HR Hybrid - anteprima 2
  • Toyota C-HR Hybrid - anteprima 3
  • Toyota C-HR Hybrid - anteprima 4
  • Toyota C-HR Hybrid - anteprima 5
  • Toyota C-HR Hybrid - anteprima 6

Il SUV (o crossover) di taglia contenuta è diventato negli anni un vero e proprio "Uovo di Colombo" per le case automobilistiche: piace, vende bene e garantisce pure ottimi margini di guadagno (qui i più venduti del 2016). Non stupisce pertanto che ogni marca ne abbia almeno uno da offrire. L’eccezione è rappresentata da Toyota, vicina però a colmare questa lacuna: fra pochi mesi arriva a listino la C-HR, modello lungo 4,34 m, dai contenuti molto ricercati in termini di linee esterne e dotazione meccanica, come abbiamo potuto valutare durante la nostra presa di contatto. La C-HR ha forme che ricordano vagamente una coupé e si rivela molto più accattivante rispetto alle concorrenti diretti, ognuna delle quali rispetta una vocazione specifica: le Fiat 500X e Renault Captur sono modelli indicati per la città, la Jeep Renegade ha un’impostazione più votata al fuoristrada e la Nissan Juke ha linee esterne sbarazzine e gradite al pubblico femminile. La Toyota C-HR dovrà necessariamente farsi largo all’interno di un segmento molto affollato. Dalla sua avrà comunque due elementi di richiamo: il gruppo ibrido della Prius e la qualità interna.

La variante Hybrid conta infatti sul motore benzina 1.8, da 122 CV, che si abbina ad un modulo elettrico e promette consumi molto contenuti: vengono dichiarati solo 3,7 litri ogni 100 chilometri. In alternativa si può ordinare il recente 1.2 a benzina, turbo, accreditato di 116 CV e già disponibile sulla Auris. La cura per il dettaglio è evidente fin dalla scelta di nascondere alla vista la maniglia posteriore, ma diventa ancora più nitida entrando nell’abitacolo: qui sono presenti rivestimenti morbidi al tatto, materiali inusuali su una vetture di queste dimensioni e uno schermo bello ampio, da 8 pollici, con il quale gestire l’impianto multimediale. Toyota ci ha dato appuntamento a dopo l’estate per la prova su strada, in attesa di conoscerne i prezzi e valutare il posizionamento sul mercato.

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Toyota , auto ibride


Top