dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 14 luglio 2016

Tasti appiccicosi? Senza fare danni, si puliscono così

Bisogna stare attenti a togliere quella specie di “colla” che a volte si forma se non si vogliono inconvenienti

Tasti appiccicosi? Senza fare danni, si puliscono così

Non c’è solo un collega appiccicoso e noioso, ci sono anche i tasti interni dell’auto che possono diventare appiccicosi. Significa che, quando li premete, avvertite una strana sensazione sul dito: ovviamente, e ci mancherebbe altro, il tasto non resta attaccato alla mano; ma si ha uno sgradevole contatto con la plastica, quasi che ci fosse sopra una sorta di patina di colla. Da che cosa dipende? Diversi i fattori in gioco, come la qualità degl’interni della vettura, l’anzianità della stessa, l’accumulo di sporco, o l’averla lasciata per ore sotto il Sole a picco, con temperature particolarmente elevate. Qualunque sia la causa, vediamo che fare per limitare il guaio.

I passi per sconfiggere la patina

1# Primo step. Serve un panno in microfibra, certamente morbido e privo di pelucchi. Bagnatelo con pochissima acqua e strizzatelo con molta forza. Dev’essere appena appena umido: no all’acqua nei tasti, che rischia di fare danni di tipo elettrico. Poi dateci dentro con una certa energia per la rimozione dello sporco e dei micro-granelli di polvere. Ripetete l’operazione dopo aver pulito il panno. Ricordate che il nemico è terribile: se la plastica stessa perde consistenza e diventa semi-liquida e appiccicosa, serviranno più passaggi per arginare il problema.

2# Sgrassatore. Se il solo panno con acqua non basta, allora spruzzate sul panno un prodotto specifico per l’abitacolo della vettura (non altre sostanze, che peggiorerebbero le cose), e... tanta voglia di lavorare con calma. È difficile ripristinare i tasti come nuovi. In genere, questi prodotti sono sgrassatori piuttosto potenti, che non contengono alcol: devono aggredire le impurità, ma al contempo essere delicati con le plastiche del vostro veicolo, in modo da non comprometterne la funzionalità. Passate il panno in microfibra.

3# Caccia ai residui. Armatevi di pazienza, perché la polvere dei tasti è ostinata: un po’ come se trovasse proprio nelle plastiche della vostra auto l’habitat perfetto per vivere a lungo. Dovete andare a caccia dei residui, sempre con il panno in microfibra: rammentate che il vecchi sporco è capace di attrarre quello nuovo, come fosse una calamita. Basta poco per un altro accumulo di impurità appiccicaticce.

Anche diluito

Una volta puliti i tasti, le volte successive potrebbe non essere necessario ripetere la trafila. Magari, è sufficiente lo stesso sgrassatore, però parzialmente diluito con acqua: sono i vostri occhi a giudicare, in base alla quantità di… colla che rimane nell’abitacolo, sulle plastiche. Chiaramente, essendo un lavoro di precisione, può servire avvicinarsi un po’ ai tasti per individuare la polvere e toglierla: il prodotto non è infiammabile, non contiene ammoniaca; ma è pur sempre chimica, e quindi (per qualche istante) sarebbe opportuno non respirare a fondo mentre operate negli spazi millimetrici dell’abitacolo.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , manutenzione


Top