dalla Home

Test

pubblicato il 8 luglio 2012

Dossier MATT TEST

Subaru Impreza WRX STI, bentornata Berlina! [VIDEO]

Matt l'ha provata sulle strade della campagna laziale e poi in pista ad Anagni

Personalmente credo di avere una lunga esperienza (e felice) con la Subaru e con i suoi motori 2,5-litri sovralimentati. Purtroppo però, la versione a cinque porte di questi ultimi tre anni non mi ha ispirato molto: mi mancava l’alettone ed il colore Blu Mica per essere di nuovo un subarista contento… E alla fine ci sono riuscito! Quindi eccoci arrivati qui sulle strade della campagna laziale e poi in pista ad Anagni con la nuovissima Impreza WRX STI, finalmente berlina! Immaginate la mia felicità, ma anche le aspettative quando me la sono vista davanti! Coi suoi 300 cavalli – come la Mitsubishi Lancer Evo X – e con una coppia di 350 Nm tra 2.800 e 4.000 giri, il divertimento è assicurato. Poi ci sono i tre differenziali che lavorano al meglio sempre e comunque per rendere questa Impreza incollata a terra.

I dettagli che richiamano le World Rally Car sono dappertutto: sulla scocca e nell’abitacolo l’atmosfera… “puzza” di rally. Anche su questa STI troviamo la tecnologia chiamata DCCD che permette di regolare il set-up del differenziale Torsen favorendo così, a seconda delle necessità, l’asse anteriore o posteriore, mentre il tasto SI-Drive si usa per modificare la risposta dell’acceleratore: se vi fidate di me lasciatelo in “Sport”, perchè “Sport-Sharp” è troppo brusca. Non manca niente per farmi ricredere su questa Impreza: anche i cerchi forgiati BBS di 18 pollici sono bellissimi e poi, il rumore dello scarico… my god!

Alla fine ho scoperto che la Subby mi piace parecchio anche se, ad essere proprio cattivelli, la Casa delle Pleiadi deve dare un pochino più di cattiveria all’assetto per arrivare – come accadeva in passato – al livello della Mitsubishi Evo. Sulle strade sterrate forse la Subaru ha la meglio, ma su pista i dischi freno e l’assetto generale del telaio si sono dimostrati un po’ troppo soft.

Il look è eccezionale davvero e mi sono divertito proprio tanto alla guida, e questo potrebbe bastare per acquistarla. Però, in attesa che la Subaru crei nuovamente una STi proprio cattiva, considerando i prezzi, forse meglio fermarsi alle lettere “WRX”.

La Pagella di MATT

Voto Globale: 8/10
L'Impreza WRX STI berlina mi è piaciuta, anche se per avere il massimo dei voti manca un po' di cattiveria meccanica "vecchio stile".

Quanto é sexy: 9/10
Mica Blue = mica male. Anche i muscoli e l’alettone sono OK. Poi quando sono in giro mi guardano tutti quando passo, e non non è certo per il mio fisico...

Quanto é cattiva: 9/10
Lo è eccome. Però quello che mi sarebbe piaciuto e darle "10", ma non siamo lontani.

La consiglieresti? 9/10
Per la gran parte degli appassionati questa STI è perfetta. Chi vuole qualcosa in più, forse la troverà anche troppo soft...

Quanto é utile: 8/10
Quattro porte, 320 litri di spazio utile dietro. E' utile, ma non siamo qui a giudicare questo aspetto.

Vale quel che costa? 7/10
(43.031 euro)
Più di 43 mila euro? Troppo, anche se costa meno della Mitsu.

Autore: Matt Davis

Tag: Test , Subaru , auto giapponesi


Top