Mercato

pubblicato il 1 luglio 2016

Mercato auto, giugno ancora in crescita

I dati ufficiali certificano il miglior primo semestre dal 2011 ed il 25esimo mese di incremento consecutivo

Mercato auto, giugno ancora in crescita

Il mercato dell’auto fornisce altre risposte positive e chiude il mese di giugno in crescita dell’11,88%, attestandosi a 165.208 unità e facendo registrare il miglior primo semestre dal 2011: in questo periodo le vetture immatricolate sono cresciute del 19,1% a 1.041.854 unità. Lo certificano i dati del Ministero secondo cui l’aumento di giugno è il sesto consecutivo in doppia cifra e il venticinquesimo di fila. Il segno più ha come bacini principali la zona del Mezzogiorno (+24%), le automobili con motore a benzina (+20%) e quelle appartenenti ai segmenti C e D (+19%). Guadagnano terreno anche i suv (+20%) e le automobili di lusso (+21%), su numeri però inferiori rispetto a modelli più economici. FCA guadagna il 13,57% fra giugno 2015 e giugno 2016, trainato dalle buone prestazioni dei marchi Fiat (+13,91%), Alfa Romeo (+34,07%) e Jeep (+20,31%).

Crollano le auto dal carburante alternativo

Da sottolineare c'è innanzitutto il buon risultato delle vendite ai privati (+25% fino a maggio), destinato però a subire una flessione nella seconda metà dell’anno: questo a causa del rincaro dei carburanti e dei bassi volumi di vendita che si registrano di solito nei mesi estivi. Nel mese di giugno si è registrata una sensibile battuta d’arresto fra i modelli ad alimentazione alternativa (-20%), come il gpl ed il metano, bilanciata solo in parte dalle automobili ibride: l’incremento ha raggiunto il 29%. Nel primo semestre hanno ottenuto buoni numeri di vendita le automobili a benzina (+32%), che hanno rosicchiato parte del vantaggio accumulato dai diesel (+20%): le automobili a gasolio sono ora il 56% del totale immatricolato, contro il 32% dei benzina ed il 10% di quelle ad alimentazione alternativa. Il segmento più popolare rimane quello A, delle Panda e Twingo, che ha guadagnato il 15,5% nel semestre ed ha raggiunto il 44,5% di quota.

Bene l’usato, ma il parco auto resta vecchio

Il mercato dell’usato si rivela anch’esso in aumento e cresce del 3,6% fra giugno 2015 e giugno 2016, totalizzando 379.532 unità. Nel primo semestre l’incremento è stato invece del 7,5% (a 2.456.267 auto). L’ANFIA ha certificato anche un aumento delle radiazioni, seppur ad un ritmo non ancora sufficiente per ringiovanire il parco auto circolante in Italia: il 45% delle automobili oggi sulle strade è antecedente all’ingresso della normativa Euro 4.

La Clio traina le vendite della Renault

Le migliori prestazioni registrate a giugno vanno attribuite a Ssangyong (+62,65%), Honda (+141,54%) e Jaguar (+158,06%), seppur tutte su numeri molto contenuti. Fra i big spicca invece il giugno di Renault (+56,55%, a 12.618 unità), la cui prestazione è migliore di Volkswagen: la casa tedesca cresce mese su mese del 9,96%, ma non va oltre le 12.503 unità. L’aumento del gruppo FCA nel primo semestre è del 22,13% (a 303.409 unità), percentuale in cui spicca il +21,99 di Fiat (223.029 unità) ed il +37,61% di Jeep (22.142 unità). Volkswagen piazza un +17,40% (78.083 unità) e si conferma primo costruttore estero, davanti a Ford (+18,89%, a 72.441 unità) e Renault (+32,03%, a 70.280 unità). La crescita della Renault (a maggio è stato il primo marchio straniero in Italia, qui la nostra intervista al direttore generale di Renault Italia, Bernard Chrétien) si rispecchia negli ottimi risultati della Clio, prima vettura non del gruppo FCA sia fra quelle con alimentazione a benzina che fra quelle a gasolio.

Autore: Redazione

Tag: Mercato , immatricolazioni


Vai allo speciale
  • Lexus al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 28
  • Hyundai al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 23
  • Subaru al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 2
  • Volkswagen al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 18
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top