dalla Home

Home » Argomenti » Flotte aziendali

pubblicato il 29 giugno 2016

Lungo termine, si fa largo il noleggio dei non convenzionali

I nuovi clienti sono privati alla ricerca di citycar o utilitarie per uso personale

Lungo termine, si fa largo il noleggio dei non convenzionali

Scordatevi la vecchia distinzione: da una parte le aziende che prendono le auto a noleggio a lungo termine (per anni); dall’altra i privati che comprano la vettura e ne noleggiano un’altra a breve termine (per pochi giorni). Adesso lo scenario è in forte evoluzione, come evidenzia l’Aniasa (Associazione nazionale industria autonoleggio), è ovvio che le aziende rimangano ancora la principale fonte di business del long term, però non sono più le uniche realtà ad apprezzarne i vantaggi.

I nuovi clienti

Negli ormai quasi 600mila veicoli che il settore dà in locazione e gestisce (questi i dati ottimi del 2015), una parte in significativa crescita percentuale viene utilizzata da aziende piccole e piccolissime, professionisti con partita IVA e anche da un numero non più simbolico di privati, ossia clienti con codice fiscale, che noleggiano l’auto per uso privato e personale, non lavorativo. Sono quelli che si possono definire i clienti non convenzionali.

Numeri in forte aumento

Con l’ultima parte della crisi, nel triennio 2013-2015 si è verificata una crescita del 300% dei privati che hanno optato per il noleggio a lungo termine alla proprietà; a fine 2015 oltre 10.000 i clienti dotati solo di codice fiscale si sono affiancati alle 65.000 aziende e 2.700 pubbliche amministrazioni clienti del noleggio a lungo termine. Dalle indicazioni raccolte nel settore e dai broker, per questa clientela si tratta quasi sempre di veicoli di dimensioni contenute, city car o utilitarie con utilizzo prevalentemente cittadino.

Un contributo al giro d’affari

È pure grazie alla clientela meno numerosa, ma in crescita, che si devono i numeri importanti dell’anno scorso. In particolare, il giro d’affari complessivo (noleggio + preleasing + rivendita usato) degli operatori del settore è cresciuto di quasi l’8%, avvicinandosi a quota 6 miliardi di euro, dei quali 4,2 provenienti dalle “pure” attività di locazione, 1,5 dalla rivendita dei veicoli usati e 46 milioni dal preleasing. Una "torta", quella del business del noleggio a lungo termine, destinata a essere sempre più farcita di clienti attratti dalla formula convincente del long term.

Autore: Redazione

Tag: Mercato , flotte aziendali


Top