dalla Home

Tecnica

pubblicato il 27 giugno 2016

Alfa Romeo Giulia, anche la sicurezza è motivo di confronto

Le berline in questa fascia di mercato sono tutte sicure e ben equipaggiate. Tutte però hanno debolezze e punti di forza

Alfa Romeo Giulia, anche la sicurezza è motivo di confronto
Galleria fotografica - Alfa Romeo Giulia Crash Test e le concorrentiGalleria fotografica - Alfa Romeo Giulia Crash Test e le concorrenti
  • Alfa Romeo Giulia Crash Test e le concorrenti - anteprima 1
  • Alfa Romeo Giulia Crash Test e le concorrenti - anteprima 2
  • Alfa Romeo Giulia Crash Test e le concorrenti - anteprima 3
  • Alfa Romeo Giulia Crash Test e le concorrenti - anteprima 4
  • Alfa Romeo Giulia Crash Test e le concorrenti - anteprima 5
  • Alfa Romeo Giulia Crash Test e le concorrenti - anteprima 6

L’Alfa Romeo Giulia è stata premiata alcuni giorni fa con la massima valutazione prevista dall’EuroNCAP, organo europeo che valuta gli standard di sicurezza offerti dalle nuove automobili sul mercato: l’ente svolge alcuni test d’impatto (crash test) e fornisce quattro giudizi per “area”, dai quali si può valutare la bontà di un’auto in termini di protezione degli adulti, protezione dei bambini, protezione dei pedoni e dotazioni di serie in materia di sicurezza. La Giulia si è comportata in maniera egregia nella protezione degli adulti (98 punti su 100). Il giudizio del test sulla protezione dei bambini (81 punti) ha scontato invece la mancanza di alcune dotazioni ritenute fondamentali, come ad esempio gli agganci Isofix nel sedile posteriore centrale, mentre qualche grattacapo in più hanno fornito il test pedoni (69%) e quello in materia di equipaggiamento (60%).

Cinque stelle per tutte

La berlina ha ottenuto un giudizio pari a 5 stelle. Lo stesso delle principali concorrenti, che si confermano modelli sicuri e ben equipaggiati. Ognuno però ha punti di forza e debolezze. L’Audi A4 è la seconda peggiore del lotto in termini di protezione adulti (90%), ma conquista allo stesso tempo una valutazione molto elevata nel test rivolto alla sicurezza dei bambini (87%). I test sui pedoni e sull’equipaggiamento forniscono entrambi una valutazione di 75%, inferiore ai risultati della BMW Serie 3: va detto però che la berlina dell’Elica, lanciata nel 2012, venne provata quando i test erano meno severi. Ha saputo comunque ottenere una valutazione del 95% nel test per gli adulti, nell’84% nel test per i bambini, del 78% del test sui pedoni e dell’86% nel test sulla dotazione. La Infiniti Q50 “pecca” solo nel test rivolto ai pedoni (67%), ma supera gli 80 punti nelle altre prove: in quella per i passeggeri si attesta all’86%, in quella per i bambini all’87% e in quella sui dispositivi di sicurezza all’81%.

La XE è la più costante

La Jaguar XE è il modello capace di ottenere le valutazioni più costanti e meno altalenanti: il suo miglior risultato passa dal 92% nel test rivolto agli adulti all’81% in quello per i pedoni, attestandosi ad 82 punti su 100 nelle prove rivolte ai bambini ed alla sicurezza di bordo. I giudizi attribuiti alla Mercedes Classe C sono più ondivaghi, ma non per questo motivo la berlina tedesca va considerata non alla pari con le avversarie: l’EuroNCAP le ha riconosciuto una valutazione del 92% nel test per gli adulti, dell’84% in quello per i bambini, del 77% nel test sui pedoni e del 70% in quello legato alla dotazione, pagando soprattutto la mancanza di sistemi per la limitazione della velocità. La Volvo S60 venne provata nel 2012 e il suo giudizio risponde pertanto a canoni meno severi. Questo spiega il 100% ottenuto alla voce ‘dotazione’, mentre il test rivolto agli adulti (94%) ed il test per i bambini (82%) sono in linea con le avversarie. Sulla prestazione della S60 influisce però il misero 64% nel test sui pedoni, a causa delle gravi ferite che la testa può riportare quando entra in contatto con il parabrezza. La S60 è stata provata in versione station wagon.

Alfa Romeo Giulia, il crash test Euro NCAP

Alfa Romeo Giulia, vediamo come se la cava negli impatti frontali a 64 km/h, laterali a 50 km/h e nella frenata automatica. Sono i crash test Euro NCAP.

Scheda Versione

Alfa Romeo Giulia
Nome
Giulia
Anno
2016
Tipo
Premium
Segmento
medie
Carrozzeria
3 volumi
Porte
4 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Tecnica , Alfa Romeo , crash test


Listino Alfa Romeo Giulia

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
2.2 Turbo MT6 150cv Giulia posteriore diesel 150 2.1 5 € 35.500

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150cv Giulia posteriore diesel 150 2.1 5 € 35.500

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150cv Business Launch Edition posteriore diesel 150 2.1 5 € 37.300

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150cv Business Launch Edition posteriore diesel 150 2.1 5 € 37.300

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150cv Super posteriore diesel 150 2.1 5 € 38.000

LISTINO

2.2 Turbo AT8 150cv Giulia posteriore diesel 150 2.1 5 € 38.000

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150cv Super posteriore diesel 150 2.1 5 € 38.000

LISTINO

2.2 Turbo AT8 150cv Giulia posteriore diesel 150 2.1 5 € 38.000

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top