dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 24 giugno 2016

Nuova BMW X3, sottopelle cambia tutto

Ecco il probabile look del SUV tedesco del 2017, più leggero grazie all'archiettura CLAR

Nuova BMW X3, sottopelle cambia tutto
Galleria fotografica - Nuova BMW X3, il renderingGalleria fotografica - Nuova BMW X3, il rendering
  • Nuova BMW X3, il rendering - anteprima 1
  • Nuova BMW X3, il rendering - anteprima 2
  • Nuova BMW X3, il rendering - anteprima 3
  • Nuova BMW X3, il rendering - anteprima 4
  • Nuova BMW X3, il rendering - anteprima 5
  • Nuova BMW X3, il rendering - anteprima 6

La parola d'ordine per le nuove BMW in arrivo nei prossimi anni è CLAR, il nome della piattaforma modulare che servirà da base alla futura Serie 3, alla X5, all'inedita X7 e alla terza generazione della X3, quella che abbiamo provato ad immaginare con il rendering esclusivo che trovate qui sopra. La nuova BMW X3 che vedremo nella seconda metà del 2017 e ha nome in codice G01 non abbandona infatti lo stile più recente della Casa tedesca visto in particolare su X1, X4 e Serie 7, ma ne darà una nuova interpretazione basandosi sul pianale tutto nuovo, più rigido e leggero.

Aggiornamento di stile senza rivoluzioni

Il segreto dell'architettura CLAR (CLuster ARchitecture) sottostante alla nuova BMW X3 sta proprio nella sua costruzione mista in acciaio, alluminio e fibra di carbonio, elementi che già da soli garantiscono un alleggerimento unito a una solidità complessiva maggiore e un'abitabilità interna ottimizzata. A dare più spazio all'abitacolo ci pensa anche il passo leggermente allungato e la piattaforma modulare già progettata per trazione posteriore e integrale. Rispetto alla X3 di oggi la nostra ricostruzione basata sulle informazioni più recenti mostra un "doppio rene" anteriore più alto, fari a LED e paraurti ancora più grandi, oltre a un diverso trattamento della fiancata. Dentro dovrebbe invece esserci la novità della strumentazione digitale.

Ibrida e sportiva in vista, compresa la M

La gamma motori della prossima X3 comprenderà quattro e sei cilindri a benzina e gasolio, con cambio manuale 6 marce o automatico 9 marce firmato ZF e la scelta fra trazione posteriore sDrive per i modelli d'accesso e l'integrale xDrive per gli altri. Quasi sicura è la versione ibrida plug-in basata sulla stessa motorizzazione a benzina dell'attuale X5 xDrive40e, mentre qualche dubbio resta sulle versioni sportive. Ancora non è chiaro se queste saranno rappresentate dalle sole varianti M Performance denominate M40i ed M40d o se si potrà per la prima volta avere anche l'inedita X3 M con più di 400 CV sorpresa da alcune recenti foto spia.

Autore:

Tag: Anticipazioni , Bmw , auto europee , rendering


Top