dalla Home

Tecnica

pubblicato il 22 giugno 2016

Volkswagen, filtro antiparticolato per i benzina TSI e TFSI

Si inizia tra un anno con il 1.4 TSI della nuova Tiguan e della Audi A5

Volkswagen, filtro antiparticolato per i benzina TSI e TFSI

Il Gruppo Volkswagen ha annunciato oggi una novità importate nella sua strategia di sviluppo del motore a combustione interna: i benzina TSI e TFSI saranno dotati di filtro antiparticolato. “Il processo inizierà a giugno 2017 con il 1.4 TSI della nuova Volksagen Tiguan e della Audi A5”, ha detto Matthias Muller, CEO di Volkswagen Aktiengesellschaft, di fronte ad una platea di circa 3.000 azionisti riuniti a Hannover per l’Assemblea Generale Annuale. “In questo modo le emissioni di particolato saranno ridotte fino al 90% - ha aggiunto -. Circa 7 milioni di veicoli all’anno potrebbero essere equipaggiati con questa tecnologia entro il 2022”. E’ una decisione che rientra nella strategia 2025 (la TOGETHER – Strategy 2025 post Dieselgate) che prevede il lancio di 30 elettriche entro i prossimi nove anni. Muller, confermando gli investimenti miliardari in guida autonoma, digitalizzazione e nuove forme di mobilità, ha anche detto che la campagna d’intervento per i motori Diesel EA189 coinvolti nello scandalo emissioni sta accelerando con l’approvazione da parte del KBA (il Kraftfahrt-Bundesamt che rilascia omologazioni di veicoli e componenti valide in Germania ed in Europa) di software per oltre 3,7 milioni di veicoli.

Allo stesso tempo, il CEO ha garantito che il Gruppo resterà attivo nello sviluppo della tecnologia fuel cell, “e saremo pronti al momento giusto”. Tutte decisioni che rientrano nella più ampia ambizione di diventare “un modello di Azienda moderna, trasparente e di successo”. “Ora il focus è sulla creazione di processi strutturati più chiaramente e in modo più sistematico - ha detto il CEO - . Per esempio, i flussi e le strutture utilizzati per approvare i software per i sistemi di gestione motore saranno riprogettati, con poteri e responsabilità meglio definiti e più vincolanti. Le misure includono processi di approvazione multilivello, un principio 'dei 4 occhi' esteso, una chiara separazione funzionale tra sviluppo, approvazione e controllo qualità, con procedure di escalation in caso di problemi”.

Autore:

Tag: Tecnica , Volkswagen , nuovi motori


Top