dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 23 giugno 2016

Lavare l'auto "a secco", come si fa

Avete appena lavato l’auto, ed è già sporca? Ecco la soluzione

Lavare l'auto "a secco", come si fa

Lo sapete bene: per lavare la carrozzeria della macchina alla perfezione ci sono gli autolavaggi; in alternativa si può ricorrere ad un attento fai-da-te (qui tre trucchi per la carrozzeria perfetta). La sfortuna nera però è sempre in agguato e può accadere che la macchina si sporchi poco dopo il lavaggio. Che fare? Lavarla di nuovo? Magari non è il caso per una questione economica (si cerca di tagliare le spese) o di tempo. Esiste poi il problema acqua: vorreste fare da voi, però l’acqua non c’è o non la potete utilizzare in un determinato spazio. Ecco allora la risposta al problema per (ri)pulire l’esterno dell’auto.

Tre step

1# Un panno. La prima “arma” di cui dovete dotarvi è un panno nuovo (pochi euro al supermarket), o comunque pulitissimo. Morbido, per la pulizia della carrozzeria. Suggeriamo quello in tessuto in microfibra, adatto a rimuovere lo sporco da qualsiasi superficie del veicolo. Lo stesso panno, oltretutto, potrete utilizzarlo tranquillamente per gli interni, per catturare la polvere o (con la brutta stagione) come disappannante per il parabrezza e gli altri vetri del mezzo.

2# Un prodotto. Esistono prodotti specifici per eliminare fastidiose macchie o per togliere il prima possibile lo sporco dal veicolo lavato da poco. La causa? La pioggia sporca delle città, qualche insetto, un volatile che prende di mira il tetto e il parabrezza della vettura (mirando a corroderla nel profondo). La sostanza in vendita al supermarket pulisce e lucida in pochi secondi. Ok su vernice, gomma, plastica. Quindi, panno e prodotto: niente acqua né shampoo. Basta andare dai rivenditori specializzati.

3# Cautela. Di per sé, né il panno in microfibra né il prodotto che non necessita di acqua graffiano la carrozzeria. Resta inteso che la vettura non deve avere residui importanti sulla vernice, come pietruzze microscopiche, legnetti di vario genere, insetti molto grandi. Allora, prima eliminate tutti i… corpi estranei che si sono “innamorati” della vostra auto, e poi agite con panno e prodotto.

Questione panno

Ribadiamo: la perfezione del lavaggio viene data solo dall’autolavaggio professionale (magari anche a secco); oppure da voi con acqua unita a shampoo specifici: se la vettura si sporca appena usciti dall’autolavaggio o dopo che ci avete dato dentro voi con olio di gomito, il post lavaggio senz’acqua è un’alternativa valida per chi non cerca miracoli e vuole correre ai ripari in fretta e furia. Comunque sia, una volta utilizzato e sporcato per bene il panno in microfibra, lo dovete lavare (o ricomprare): altrimenti il rischio è di passare la polvere sul mezzo. La stessa identica raccomandazione vale quando si pulisce l’abitacolo (qui cinque "dritte" da seguire): lo straccio sporco diviene ricettacolo di batteri.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , come si fa , manutenzione


Top