dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 17 giugno 2016

Viaggi in auto, ecco cosa non fare mai

Ci sono regole per il trasporto di persone e animali che sembrano banali, ma possono "costare caro"

Viaggi in auto, ecco cosa non fare mai

Con la bella stagione i viaggi in auto diventano più frequenti e magari anche più lunghi se state progettando una vacanza on the road. Bagagli a parte è ovvio che l'auto serve a trasportare persone e animali, ma sapete "bene" in che modo? Ci sono delle piccole regole che alcuni automobilisti tendono a sottovalutare e che poi pagano caro... Andiamo quindi a sintetizzarle, per avere le idee chiare e stare alla larga da due pericoli: i viaggi insicuri e scomodi, a rischio incidente; le multe e i tagli di punti della patente.

Norme e sanzioni

1# Persone. Come guidatori, dovete avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre necessarie per stare al volante. Il numero delle persone che possono prendere posto in auto non può superare quello indicato nella carta di circolazione. E comunque, i passeggeri devono prendere posto in modo da non limitare la vostra libertà di movimento (come conducenti)
e da non impedirvi la visibilità.

2# Animali. È vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. Potete trasportare solo animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore. Oppure nel vano posteriore al posto di guida diviso da una rete. Questa, se installata in via permanente, va autorizzata dalla Motorizzazione. Qui tutti i dettagli per evitare un "viaggio da cani".

3# Le multe. Se le Forze dell’Ordine vi beccano con un numero eccessivo di persone in macchina, scatta una multa di 85 euro e il taglio di un punto-patente. Allo stesso modo, se un agente di Polizia o un Carabiniere ritiene, a sua discrezione, che l’animale sia un ostacolo, un pericolo, allora vi ferma e vi appioppa una sanzione di 85 euro e il taglio di un punto-patente (articolo 169 del Codice della Strada).

Rischio rivalsa assicurativa

C’è inoltre il “rischio rimborso” da tenere in considerazione. Se viaggiate con un numero di persone eccessivo, in particolare, e causate un sinistro, la compagnia può esercitare il diritto di rivalsa: risarcisce il danneggiato, ma poi esige da voi quanto ha sborsato. Sta tutto scritto nel contratto Rc auto che avete firmato e accettato. Rammentate infine che la rivalsa riguarda chiunque guidi la vostra auto al momento del sinistro: se era al volante una persona diversa da voi, a macchina “strapiena”, la rivalsa scatta comunque. Per legge, l’assicurazione è sulla vettura, non sulla persona, ossia non su di voi.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , viaggiare


Top