dalla Home

Test

pubblicato il 7 luglio 2016

Dossier Bimbi in auto

Bambini in auto, i consigli del medico [VIDEO]

A cosa prestare attenzione? Cosa non deve mancare? Ecco le risposte

Galleria fotografica - Bambini in auto, i consigli del medicoGalleria fotografica - Bambini in auto, i consigli del medico
  • Bambini in auto, i consigli del medico - anteprima 1
  • Bambini in auto, i consigli del medico - anteprima 2
  • Bambini in auto, i consigli del medico - anteprima 3
  • Bambini in auto, i consigli del medico - anteprima 4
  • Bambini in auto, i consigli del medico - anteprima 5
  • Bambini in auto, i consigli del medico - anteprima 6

I temi trattati all'interno dello speciale "Bimbi in auto" sono stati davvero numerosi. Mai troppi, in ogni caso, quando si parla di sicurezza in viaggio e ancor di più quando in macchina ci sono i bambini, i nostri bambini. Questa volta a parlare non siamo noi, ma uno dei massimi esperti sul tema, vale a dire il dottor Leonardo Bussolin, responsabile della sezione "trauma center" dell'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Ricordiamo che l'azienda ospedaliero-universitaria Meyer, fondata nel 1884, è dotata di tutte le specialità mediche e chirurgiche di area pediatrica e rappresenta un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale per la diagnosi, cura e riabilitazione dei piccoli pazienti.

Prima di tutto la prevenzione

La prima domanda che abbiamo posto al dottor Bussolin riguarda le tre regole "aureee" per la prevenzione del trauma pediatrico. Le sue risposte? Eccole: la prima è che ci si deve sensibilizzare e informare, dunque leggere pubblicazioni e cercare su fonti attendibili tutto quello che bisogna sapere in merito al trasporto dei bambini in auto. La seconda è di non pensare mai, nemmeno per un attimo: "A me non succederà mai", perché il pericolo è sempre dietro l'angolo. Terzo: anche i tragitti più brevi sono potenzialmente molto pericolosi e non si deve mai abbassare la guardia.

Occhio alla testa

Qual è il punto più vulnerabile del bambino? Il dottor Bussolin non ha dubbi: la testa. Ecco perché vanno applicate tutte le regole: cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta devono essere sempre usati, ovviamente nel modo corretto. Non ci sono invece differenze, a livello di pericolosità, tra città, autostrada ed extraurbano; in altre parole, l'attenzione deve essere sempre massima. Sembrano cose scontate, ma l'alto tasso di genitori italiani che ignora queste regole dimostra che le cose non stanno così, anzi. Tra gli errori più comuni c'è quello di tenere il bambino in braccio mentre si viaggia, di legarsi con la stessa cintura (il corpo dell'adulto, più pesante, schiaccia letteralmene quello del piccolo). Altri suggerimenti del dottor Bussolin, che potete vedere nel video, riguardano la scelta del seggiolino giusto - bisogna tenere in conto l'altezza oltre che il peso - il suo montaggio e l'importanza degli attacchi Isofix. Infine, il discorso si allarga alle conseguenze fisiche e psicologiche che un incidente grave può avere sul bambino (e sulla sua famiglia), per poi passare all'educazione stradale.

Autore: Redazione

Tag: Test , salute , viaggiare


Top