dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 16 giugno 2016

Via la muffa dai sedili in pelle

Basta conoscere i trucchi giusti e si spendono pochi euro con il fai-da-te

Via la muffa dai sedili in pelle

Affascinanti, profumati, di classe, eleganti, raffinati: sono i sedili in pelle dell’auto. Come dotazione di serie delle vetture oppure come optional (costosi) da aggiungere al modello base. Ovviamente, come per qualsiasi tessuto, il mercato offre di tutto, dalla pelle low cost a quella super luxury. In generale, sono un po’ delicati, specie se l’umidità la fa da padrona: possono crearsi piccole macchie di muffa, che risultano anti-estetiche, e che magari preludono a danni più importanti. Se, per pulirli, operate sui sedili in pelle in modo approssimativo, rischiate di peggiorare le cose, magari rendendo ancora più marcato il difetto. Ecco allora qualche piccolo accorgimento utile a migliorare la situazione: bastano pochi euro, da spendere in un supermercato.

Tre… strumenti

1# Panno. Per pulire la pelle dei sedili, non usate un vecchio straccio qualsiasi; molto meglio un panno in microfibra. Non dev’essere per forza un panno specifico per la pelle; ok anche quelli adatti a superfici di diverso genere (dalla plastica alle tappezzerie). Va bagnato abbondantemente (anche se utilizzato per la prima volta), e poi strizzato con energia. Dopodiché, apritelo del tutto, così che formi un rettangolo. E date una passata sulla parte della pelle dov’è presente la macchia dovuta alla muffa. Chiaramente, va bene pure per eliminare qualsiasi altro tipo di macchia.

2# Da nutrire. Il secondo passaggio è utilizzare un prodotto nutriente per la pelle dei sedili dell’auto. Proprio così, come se a essere nutrita fosse la pelle del vostro viso. Si tratta in genere di un tubetto tipo quelli del dentifricio: mettete una piccola quantità di questo prodotto sul panno e passatelo sulla pelle. Si tratta di sostanze detergenti ed emollienti a base di glicerina e cere naturali. È come dare da… bere alla pelle: l’obiettivo è donare lucentezza e morbidezza. Prima di sedersi, è opportuno lasciare asciugare la pelle, però non sotto il Sole, per evitare che i raggi UV colpiscano direttamente i sedili rovinandoli.

3# Prevenzione. Lo stesso panno e lo stesso prodotto utilizzato per risolvere il problema, sono preziosi per prevenire i guai: prevengono la la screpolatura. La pelle dei sedili dell’auto non tornerà nuova, ma avrà un piacevole aspetto: una sorta di lifting. Il tutto potrebbe essere accompagnato da uno spray che disinfetta e deodora, da spruzzare nella vettura e non direttamente sui sedili (comunque le particelle si depositeranno inevitabilmente sulle strutture interne dell’auto).

Buon odore

C’è poi qualcosa di non misurabile che riguarda la pelle dei sedili: il profumo. Entrate nell’abitacolo e vi sentite… nel vostro ambiente, pronti a guidare. Dopo qualche tempo, magari complice l’umidità dovuta alle forti piogge, o la puzza di fumo (assieme allo smog), quel piacevole odore tende a scemare. Lo stesso prodotto utilizzato per combattere le macchie è profumato, dà una sensazione di pulito che rende più piacevole il viaggio a bordo.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , manutenzione


Top