dalla Home

Live

pubblicato il 14 giugno 2016

Parco Valentino raccontato da chi l'ha inventato [VIDEO]

Andrea Levy, presidente del Salone dell’Auto di Torino, ne spiega la formula del successo e da dove è nata l'idea

Galleria fotografica - Salone dell'auto di Torino Parco Valentino 2016Galleria fotografica - Salone dell'auto di Torino Parco Valentino 2016
  • Salone dell\'auto di Torino Parco Valentino 2016 - anteprima 1
  • Salone dell\'auto di Torino Parco Valentino 2016 - anteprima 2
  • Salone dell\'auto di Torino Parco Valentino 2016 - anteprima 3
  • Salone dell\'auto di Torino Parco Valentino 2016 - anteprima 4
  • Salone dell\'auto di Torino Parco Valentino 2016 - anteprima 5
  • Salone dell\'auto di Torino Parco Valentino 2016 - anteprima 6

Il nuovo Salone di Torino Parco Valentino piace al pubblico e anche a chi, con le auto, ci lavora. La formula è originale, perché è all'aperto e a ingresso libero, e poi, se ci siete stati, avrete notato che i viali sono particolari: sono molto larghi (perliamo di circa 15 metri). Questo perché qui si svolgeva un evento storico: il Gran Premio Parco Valentino, un omaggio alle gare di Formula 1 che proprio sui viali del Valentino si correvano fra il 1935 e il 1955. In pratica qui si sfidavano piloti leggendari come Fangio e Ascari. Anche per questo Andrea Levy, presidente del Salone dell’Auto di Torino, ha pensato di far rinascere qui il salone dell'auto italiano. "L'idea è venuta viaggiando - ci ha detto Levy -. In Italia mancava un evento da diverso tempo, capace di attirare l'attenzione dei veri appassionati". L'ispirazione è infatti arrivata dall'esterno, guardando a eventi prestigiosi come il Goodwood Festival of Speed e Pubble Beach.

E poi, ci ha spiegato ancora Levy, gli eventi in crescita sono quelli all'aperto, come Villa d'Este o persino la Mille Miglia, che giunta alla 34esima edizione richiama ancora oggi tanti appassionati. La prima edizione è servita da banco di prova e a trovare la formula giusta. La regola d'oro è dare ad ogni marchio un massimo di quattro pedane, "perché vogliamo mettere un tetto sia al budget che alla presenza fisica di un brand", spiega Levy, sottolineando che il messiggio alle case è di portare a Parco Valentino le principali novità, lasciando che tutta la gamma si conosca in concessionaria. Dai 25 brand del 2015 si è così arrivati ai 43 di quest'edizione, in cui hanno partecipato anche 12 Centri Stile. Numeri più che incoraggianti, con 100 vetture in mostra, di cui otto anteprime mondiali e 21 anteprime nazionali.

 

 

 

 

Autore: Redazione

Tag: Live , torino


Top