dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 8 giugno 2016

Assicurazioni, perché l'area riservata è utile

Attiva per legge su ogni polizza, contiene tutti i documenti legati alla Rc auto e non solo

Assicurazioni, perché l'area riservata è utile

Rc auto: basta con la carta, roba da vecchi. Oggi, le compagnie assicuratici moderne mettono a vostra disposizione un’area riservata sul sito Internet dell’impresa stessa. Lo dice il nome stesso ("riservata"), quindi tutta per voi e solo per voi. L’accesso è semplicissimo, ossia con la solita username e la consueta password, che vi verranno indicate dalla compagnia al momento della stipula o del rinnovo annuale della Rca. Sta tutto scritto nel Regolamento numero 9 del 19 maggio 2015, emanato dall’Ivass, l’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni.

Cosa conoscere

1# Quali documenti. I principali documenti legati alla polizza Rc auto sono tutti disponibili nella vostra Area riservata, in genere nel box Documenti. Qui potrete scaricare sulla scrivania (o richiedere via mail) il contratto stesso. Più il certificato di assicurazione (occhio: da portare sempre in auto) e il più recente attestato di rischio (indica la vostra classe di merito). Infine, il fascicolo informativo e, se richiesta da voi, la Carta verde per viaggiare all’estero.

2# Solo digitali. Rammentate che, dal 18 ottobre 2015, infatti, non è più necessario esporre il contrassegno sul parabrezza del veicolo come prova della copertura Rc auto: basta il certificato. E l’attestato di rischio è stato dematerializzato: non viene più inviato in formato cartaceo. Ovviamente, una compagnia valida v’invierà gli avvisi, le notifiche, per gli aggiornamenti principali riguardanti la vostra polizza. Potrà farlo quando viene modificato lo stato dei documenti che avete inviato per stipulare la Rca. Oppure per farvi la proposta di rinnovo quando la polizza è vicina alla scadenza. Senza contare gli aggiornamenti della pratica in caso di sinistro.

3# Attestato. Il documento chiave resta l’attestato di rischio (la vostra "pagella" assicurativa), per cui ricordate che vi sarà messo a disposizione nell’Area riservata almeno 30 giorni prima della scadenza del contratto Rc auto. Inoltre, potrete richiedere la consegna del vostri attestato di rischio anche tramite posta elettronica utilizzando uno speciale link. Per cambiare compagnia, non serve più presentare l’attestato di rischio cartaceo: la vostra situazione assicurativa sarà acquisita direttamente dall’assicuratore in via telematica tramite un database alimentato delle compagnie.

Un altro modo per valutare la compagnia

Non c’è solo il prezzo Rca per valutare una compagnia. È importante che nel contratto non ci siano clausole vessatorie, e che i risarcimenti siano equi e rapidi. Ma conta ancor più la qualità del sito della compagnia: se e quanto è facile accedere all’Area riservata, se la navigazione nella vostra sezione è semplice, se scaricare i documenti è semplice. Il sito Internet dell’impresa come vetrina per far capire a voi automobilisti che, seppure la tariffa Rca sia cara come il fuoco, la compagnia cerca di mettere i propri servizi a vostra disposizione le modo migliore possibile.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni


Top