dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 2 giugno 2016

Gomme e cerchi in lega, ecco come pulirli

Prodotti specifici e una buona dose di olio di gomito. Ecco come fare col fai da te

Gomme e cerchi in lega, ecco come pulirli

Inutile raccontarsela: gomme e cerchioni, dopo qualche tempo, non possono tornare come fossero nuovi. Però, se non andate alla ricerca dell’impossibile, si può raggiungere un altro obiettivo: pulirli coi prodotti giusti, acquistabili anche al supermarket a pochi euro. Ci vuole solo un po’ di pazienza e olio di gomito, col doppio risultato di far ringiovanire tutta la macchina nel suo complesso e allungare la vita di gomme e cerchioni, impedendo ad agenti esterni di fare danni. Si va proprio a caccia dello sporco ostinato, che magari non intende sloggiare neppure dopo il classico lavaggio automatico. Talvolta, è necessario puntare dritto il nemico nel suo punto debole, per costringerlo a scappare, lasciando puliti pneumatici e cerchi.

Tris vincente

1# Per gomme. Ci sono prodotti per pulire gli pneumatici, basta spruzzarli sugli stessi a una ventina di centimetri di distanza: migliorano anche di l’elasticità della gomma, prevenendo le screpolature dovute all’invecchiamento. In più, la lucidità e il nero tipico delle gomme tornano in vita. E, importante, quelle sostanze (comunque adoperate sugli pneumatici) non intaccano vernice, plastiche e cerchi. Non sono necessari altri interventi dopo aver spruzzato la schiuma con l’apposito dosatore. Rimuovete il prodotto in eccesso dai cerchi o dalla vernice; lasciate asciugare e rimettetevi in viaggio.

2# Doppia azione. In alternativa, esistono prodotti che vanno bene sia per gli pneumatici, sia per eliminare lo sporco che si annida in altre parti della vettura: le guarnizioni delle porte, ma anche i tappetini e qualsiasi altro materiale gommoso. È facilissimo da utilizzare: basta spruzzarne una piccola quantità e fare agire un minuto.

3# Per cerchi. I terribili nemici dei cerchioni, sempre a pochi centimetri dalla strada, si chiamano fango, olio, ma perfino catrame. Per non parlare dello sporco causato dall’usura delle pastiglie dei freni (tanto che c’è chi contesta la definizione di auto a impatto zero per le vetture elettriche, visto l’inquinamento causato dalle frenate e dal rotolamento delle gomme). In genere, non c’è differenza: questi prodotti agiscono sui cerchioni sia in lega leggera sia in acciaio. E ovviamente non danneggia gli pneumatici.

Universale? Sì, ma...

Ovviamente, al di là di prodotti specifici, esistono anche quelli universali. Adatti un po’ per tutto, però non agiscono a fondo su un particolare della vettura; svolgono mediamente bene la loro azione, senza eccellere. È sufficiente spruzzare sulla superficie da trattare e magari (sul cerchio, non sullo pneumatico) passare un panno per asciugare la sostanza.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , manutenzione , pneumatici


Top