dalla Home

Curiosità

pubblicato il 31 maggio 2016

Opel OnStar, ora la destinazione si imposta sul cellulare

Selezionare l'indirizzo sullo smartphone e inviarlo alla propria auto. E' la nuova funziona dell'app MyOpel

Opel OnStar, ora la destinazione si imposta sul cellulare
Galleria fotografica - Opel MyOpelGalleria fotografica - Opel MyOpel
  • Opel MyOpel - anteprima 1
  • Opel MyOpel - anteprima 2
  • Opel MyOpel - anteprima 3
  • Opel MyOpel - anteprima 4
  • Opel MyOpel - anteprima 5
  • Opel MyOpel - anteprima 6

Capita spesso di ricevere un indirizzo per messaggio, controllare la localizzazione sulle mappe del cellulare e magari essere costretti a riportare la destinazione sul navigatore della propria auto. Una perdita di tempo che in un mondo sempre più di corsa sono in molti a cercare di eliminare: gli automobilisti che spesso usano - propriamente o meno - lo smartphone a bordo e le grandi Case che puntano invece a integrarlo con i sistemi di bordo. Interfacce di collegamento come Android Auto e Apple CarPlay sono sempre più diffuse (è il caso degli infotainment di Opel Insigna o della nuova Astra) ma c'è chi punta anche su applicazioni proprietarie come Opel, che ha integrato al suo sistema di assistenza OnStar e alla sua app MyOpel nuove funzionalità, prima tra tutte la possibilità di impostare la destinazione del navigatore di bordo direttamente dal cellulare.

Nessuna doppia digitazione quindi: si riceve l'indirizzo e lo si condivide con la propria auto, come si farebbe con un amico in chat. Nulla di rivoluzionario - un sistema simile è disponibile su Google Maps tramite Send to car e già integrato in NissanConnect - ma in grado di tagliare i tempi morti e fare felice chi va di fretta, come anche i più smemorati. Integrati in MyOpel ci sono anche un servizio di localizzazione dell'auto simile a quello messo a disposizione da Ford con il suo SYNC Connect oltre ad un timer in grado di ricordare la fine dell'orario di parcheggio in caso di regime di disco orario o sulle strisce blu. Piccole integrazioni che non cambiano la vita, ma che aiutano a semplificarla e non poco.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Opel , navigatori satellitari


Top