dalla Home

Novità

pubblicato il 30 maggio 2016

Nissan GT-R Nismo, il restyling di Godzilla

La giapponese da 600 CV cambia volto e diventa ancora più rigida e controllabile

Nissan GT-R Nismo, il restyling di Godzilla
Galleria fotografica - Nissan GT-R Nismo restyling 2017Galleria fotografica - Nissan GT-R Nismo restyling 2017
  • Nissan GT-R Nismo restyling 2017 - anteprima 1
  • Nissan GT-R Nismo restyling 2017 - anteprima 2
  • Nissan GT-R Nismo restyling 2017 - anteprima 3
  • Nissan GT-R Nismo restyling 2017 - anteprima 4
  • Nissan GT-R Nismo restyling 2017 - anteprima 5
  • Nissan GT-R Nismo restyling 2017 - anteprima 6

La Nissan GT-R è un vero mito fra gli appassionati di supercar, un concentrato di potenza e tecnologia made in Japan che non smette di essere aggiornato. Ora è la volta della Nissan GT-R Nismo model year 2017, un restyling presentato Nürburgring, luogo in cui la vettura è stata progettata e testata fin dall'origine. A cambiare è innanzi tutto il frontale, ripreso da quello delle altre GT-R, ma con un ulteriore ampliamento della calandra cromata a V, per suggerire un bisogno d'aria ancora maggiore. Il cofano è stato rinforzato per non deformarsi alle alte velocità, e l'intero scudo anteriore della Nismo è interamente in fibra di carbonio, realizzato con meticolosità artigianale per non perdere i vantaggi aerodinamici e di robustezza. Attorno alla vettura, specifiche appendici bordate in rosso aiutano a schiacciare a terra la vettura, e anche a migliorare i flussi attorno ai parafanghi: la GT-R Nismo è la Nissan con il più alto grado di carico verticale attualmente in produzione.

I colori esterni sono in tutto cinque, mentre gli interni sono derivati da quelli delle altre GT-R restyling: plancia ridisegnata, volante e bracciolo in Alcantara, nuova interfaccia multimediale più semplice, uno schermo più ampio da 8", e comandi che non costringono a lasciare il volante alle alte velocità. Specifici anche i sedili sportivi Recaro, in carbonio forato con inserti in Alcantara. Il corpo vettura rinforzato garantisce prestazioni migliori, con l'aggiunta di modifiche al reparto sospensioni e agli ammortizzatori regolabili DampTronic. Le modifiche permettono di migliorare i tempi in curva di circa il 2% rispetto al modello precedente, sempre con il V6 3,8 litri portato a circa 600 CV e 652 Nm, realizzato a mano dai maestri "Takumi" di Yohohama, accoppiato al 6 marce automatico a doppia frizione, e con lo stesso turbo usato nelle competizioni GT3.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , Nissan


Top