Da Sapere

pubblicato il 27 maggio 2016

Viaggiare in autostrada, ecco cosa non fare

Limiti, divieti, tutor e corsie di emergenza. Quello da tenere a mente è tutto in questa guida

Viaggiare in autostrada, ecco cosa non fare

No, non vi diremo che in autostrada non si può viaggiare senza cintura: diamo per scontato che tutti lo sappiano. Neppure vi racconteremo che potete viaggiare a 100 km/h. Siamo invece andati a scovare quei divieti più importanti, che possono riguardare le infrazioni più a rischio incidente; e quei comportamenti che paiono irregolari e che invece sono consentiti. Per viaggiare nel comfort, è utile un brevissimo ripasso al volo.

Siete al corrente che...?

1# Velocità. Su alcuni forum, rimane vivissimo il mito del limite dei 150 km/h in autostrada. Una bufala colossale. Sulle autostrade a tre corsie più corsia di emergenza per ogni senso di marcia, vigilate dal Tutor, “i gestori possono elevare” il limite massimo di velocità fino a 150 km/h sulla base delle caratteristiche del tracciato, sempreché lo consentano l’intensità del traffico, le condizioni meteo prevalenti e i dati di incidentalità dell’ultimo quinquennio. Ripetiamo: “Possono elevare”, dice il Codice della Strada (articolo 142). Ma nessuno l’ha mai fatto. Il limite è di 130 km/h. E comunque, se proprio in futuro qualche concessionaria dovesse alzare il limite a 150, devono esserci specifici cartelli che lo segnalano. Occhio: per gli eccessi di velocità, ragionando solo in euro (e tralasciando le sanzioni sulla patente), si va da verbali di 41 euro per superamento del limite di meno di 10 km/h, a 821 euro per chi corre sparato (60 km/h oltre la soglia).

2# Emergenza. È vietato percorrere la corsia d’emergenza: qui, si può sostare solo in caso di malore o avaria (per non oltre le 3 ore). In caso di ingorgo, però, è consentito transitare sulla corsia per la sosta di emergenza al solo fine di uscire dall'autostrada a partire dal cartello di preavviso di uscita posto a 500 metri dallo svincolo. Una norma che ha una logica: così, il traffico diventa un po’ più scorrevole.

3# Spartitraffico. È vietato invertire il senso di marcia e attraversare lo spartitraffico, anche all'altezza dei varchi, nonché percorrere la carreggiata o parte di essa nel senso di marcia opposto a quello consentito. Chiunque vìola queste disposizioni, quando il fatto sia commesso sulle carreggiate, sulle rampe o sugli svincoli, è punito con la sanzione amministrativa da 1.988 a 7.953 euro.

Omicidio stradale: tutto cambia

Oltre ai verbali (comunque pesanti) e alle responsabilità civili in caso d’incidente (ci pensa la compagnia assicuratrice a pagare i danni), con il reato di omicidio e lesioni stradali le cose sono molto più complesse e delicate, anche in viaggio sulle autostrade. In particolare, il reato scatta in caso di morte o lesioni gravi, a carico dei guidatori che superano i limiti di velocità per più di 50 km/h fuori città (in città la velocità deve, invece, essere di almeno 70 km/h nonché doppia rispetto al limite). Nei guai anche i conducenti che hanno commesso le seguenti infrazioni: passare con il rosso, procedere contromano, fare inversione in prossimità di dossi, curve o incroci, eseguire sorpassi con striscia continua o in prossimità delle strisce pedonali.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , autostrade , viaggiare


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 38
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 49
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 40
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 51
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top