Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 25 maggio 2016

Rc auto, ecco le scadenze da calendario

Chi viaggia senza paga multe salate, anche in caso di dimenticanza. Ecco cosa tenere d'occhio

Rc auto, ecco le scadenze da calendario

Scadenze della Rc auto: state alla larga dalle docce fredde in materia assicurativa. Per prevenire fastidi di qualsiasi genere, c’è solo un modo: sapere quali sono e cosa significano i numeri contenuti nel contratto Rca. Non ci riferiamo alla tariffa e alla composizione di questa (premio puro alla compagnia, tasse, balzelli), ma alle date. Fondamentali per sapere il giorno in cui inizia la copertura assicurativa, quando sta per finire, e quando si concluderà. E quindi per non subire batoste: per chi circola senza Rca, multa di 841 euro e sequestro dell’auto, come bene sapete (qui l'approfondimento); in più, in caso di sinistro, c’è l’obbligo di risarcire tutti i danni all’altro guidatore, che in caso di lesioni fisiche possono ammontare a milioni di euro...

Tris da annotare

1# Durata. Il contratto è di durata annuale ed è stipulato senza tacito rinnovo. Quando termina, se volete prolungarlo, dovrete dirlo alla compagnia; oppure assicurarvi presso un’altra assicurazione. Le garanzie, tuttavia, rimarranno operanti fino alla data di effetto della stipulazione di un nuovo contratto e comunque non oltre il 15° giorno successivo alla scadenza. Quindi, c’è un cuscinetto di 15 giorno dopo la scadenza; in ogni caso, il nostro consiglio è di affrettarsi, senza attendere l’ultimo minuto, più a rischio dimenticanza.

2# Rinnovo. L’impresa può formularvi una proposta di rinnovo del contratto Rca con evidenza del nuovo premio proposto per l’annualità successiva. La vostra volontà di accettare la proposta di rinnovo del contratto si intenderà espressa mediante il versamento del premio entro il 15° giorno successivo alla scadenza del contratto: vi rilasceranno quietanza e certificato. Niente contrassegno cartaceo, che non c’è più.

3# La classe. Il parametro che incide molto sulla tariffa è la classe di merito, presente nell’attestato di rischio elettronico. Che è consegnato per via telematica mediante la messa a disposizione di tale documento, da parte dell’impresa, nell’apposita "Area clienti" del proprio sito Internet, almeno 30 giorni prima della scadenza annuale del contratto; nonché entro 15 giorni dalla richiesta effettuata da voi. Il periodo di validità dell’attestazione è di 12 mesi a decorrere dalla data di scadenza del contratto cui si riferisce.

Quei 5 anni da tutelare

Può esserci la cessazione del rischio assicurato (furto, esportazione definitiva, consegna in conto vendita, demolizione, cessazione dalla circolazione o vendita del veicolo) comprovata da apposita documentazione. Oppure può verificarsi la sospensione o la mancata prosecuzione del rapporto assicurativo per mancato utilizzo del veicolo assicurato. In tutte queste situazioni, l’ultima attestazione dello stato di rischio conseguita conserva validità per 5 anni a far data dalla scadenza del contratto Rca cui si riferisce.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 56
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 45
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 52
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 55
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top