dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 18 ottobre 2007

Audi Metroproject Quattro Concept

Speriamo che la futura A1 le assomigli...

Audi Metroproject Quattro Concept
Galleria fotografica - Audi Metroproject Quattro ConceptGalleria fotografica - Audi Metroproject Quattro Concept
  • Audi Metroproject Concept - anteprima 1
  • Audi Metroproject Concept - anteprima 2
  • Audi Metroproject Concept - anteprima 3
  • Audi Metroproject Concept - anteprima 4
  • Audi Metroproject Concept - anteprima 5
  • Audi Metroproject Concept - anteprima 6

Eccola qui, la nuova Audi Metroproject Quattro Concept, ovvero il prototipo di quello che dovrebbe diventare la prossima generazione di A1. Attesa da tempo, la nuova piccola di Ingolstadt si propone come una hatchback a due porte, compatta nelle dimensioni: la Metroproject è infatti lunga 3,91 m e larga 1,75, con un passo di 2,46 m, mentre il bagagliaio ha capacità di 240 litri.

La vedremo all'ormai imminente Salone dell'Auto di Tokyo e, nonostante si tratti di un concept, la fisionomia e le soluzioni utilizzate non sembrano "lontane" dalla produzione in serie. Il design convince: nel frontale spiccano i tratti caratteristici delle ultime generazioni di Audi, con i gruppi ottici allungati e la classica griglia Single Frame, in questo caso costituita da una fitta maglia cromata. Da ogni punto di vista si nota con l'estrema pulizia delle linee, specie al posteriore, dove dominano i due grossi scarichi integrati nel paraurti: lateralmente si faranno poi notare i grandi cerchi in lega da 18 pollici che mettono in bella mostra i grandi dischi anteriori da 312 mm di diametro
Ma è all'interno dell'abitacolo che troviamo le novità più interessanti. La Audi Metroproject Quattro Concept può essere in parte comandata da un inedito hardware portatile da utilizzare come telefono, GPS, gestione veicolo e gestione multimediale che, una volta connesso all'auto, visualizza i propri dati sul cruscotto della vettura.

La propulsione di Metroproject non poteva che essere innovativa: la trazione delle ruote anteriori è governata da motori convenzionali, mentre al posteriore la spinta è affidata ad una unità elettrica. Sotto al cofano trovano alloggiamento motori da 1,2 a 2,0 litri, benzina e diesel turbocompressi, opzionalmente abbinati al nuovo cambio DSG 7 marce che vedremo commercializzato ben prima della prossima A1 di serie. Il motore elettrico invece, ben visibile all'interno dell'abitacolo, trasferisce motricità al posteriore, erogando 40 CV di potenza e 200 Nm di coppia. Se necessario questa combinazione può quindi fornire potenza aggiuntiva e trazione anche alle ruote posteriori, oppure funzionare da vera ibrida ad emissioni zero, grazie alle batterie agli ioni di litio che permettono una autonomia di 100 km.

Il prototipo che vedremo a Tokyo sarà equipaggiato con il 1.4 TFSI benzina da 150 CV abbinato al cambio S-Tronic. Le prestazioni risultano brillanti: 201 km/h di velocità massima e 7,9 secondi nella accelerazione 0-100km/h.

Rimarremo in attesa di dettagli riguardanti questo nuovo prototipo, la risposta di Audi al predominio MINI nel segmento.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Audi


Top