dalla Home

Curiosità

pubblicato il 19 maggio 2016

Smartphone Android, in auto senza integrazione

Basterà l'app con comandi vocali per gestire l’infotainment. Una Maserati Quattroporte sperimentale fa ancora meglio

Smartphone Android, in auto senza integrazione
Galleria fotografica - Maserati Ghibli Android In-Car ConceptGalleria fotografica - Maserati Ghibli Android In-Car Concept
  • Maserati Ghibli Android In-Car Concept - anteprima 1
  • Maserati Ghibli Android In-Car Concept - anteprima 2
  • Maserati Ghibli Android In-Car Concept - anteprima 3
  • Maserati Ghibli Android In-Car Concept - anteprima 4
  • Maserati Ghibli Android In-Car Concept - anteprima 5
  • Maserati Ghibli Android In-Car Concept - anteprima 6

L'annuale conferenza Google I/O è l'evento più atteso da chi usa gli smartphone Android e degli sviluppatori che ampliano continuamente le funzioni dei telefoni col robotino. L'occasione è ghiotta anche per guardare un po' più avanti nell'integrazione fra smartphone e automobili, vedere in anteprima quello che si potrà fare a breve stando in auto e utilizzando il sistema operativo che continua a contrapporsi ad iOS di Apple. L'edizione 2016 di Google I/O è riuscita ancora una volta a stupire tutti annunciando la possibilità di utilizzare Android Auto anche sui veicoli non predisposti, semplicemente con l'app e lo smartphone fissato in plancia che funge da schermo di comando. A dare spettacolo su ruote è stato anche il sistema Android N combinato ad Android Auto e a grandi schermi touch su una Maserati Quattroporte realizzata con Qualcomm, soluzione futuribile ma non troppo che permette di comandare quasi tutte le funzioni della vettura.

Lo smartphone integrato senza connessioni

Partendo dalle nuove funzionalità di Android Auto mostrate ad I/O 2016 scopriamo che presto sarà possibile usarle senza connettersi all'auto, rinunciando quindi completamente ai sistemi integrati che si stanno diffondendo ora su molti modelli nuovi. Questo significa che basterà fissare lo smartphone in plancia con un semplice supporto e utilizzarlo con i comandi vocali per gestire le telefonate, i messaggi, l'audio e il navigatore. Con l'app Android Auto basterà dire "OK Google" per far partire le funzioni di controllo vocale, senza premere alcun pulsante sull'auto. Per le vetture dotate di connessione wi-fi le stesse funzionalità saranno disponibili su tutti i dispositivi mobili presenti a bordo. L'azienda di Mountain View offre anche alle Case automobilistiche la possibilità di sviluppare app dedicate ai loro veicoli con cui accedere a servizi dedicati come le chiamate d'emergenza, le notifiche degli interventi di manutenzione programmati e la localizzazione dell'auto.

Maserati Ghibli, con Qualcomm e Android diventa tutta touch

La speciale Maserati Ghibli allestita da Google e Qualcomm per dimostrare che con Android N, Android Auto e i processori Snapdragon Automotive è possibile comandare con la voce tutti i sistemi di bordo, dall'infotainment alla climatizzazione passando per navigatore, strumentazione e computer. Grazie ad uno schermo touch 4K verticale da 15" e un pannello strumenti digitale da 720 pixel il prototipo esposto all'I/O 2016 mostra come sia fattibile un kit di connettività per auto configurabile a piacere. Rispetto ai sistemi Android Auto visti fino ad oggi c'è la novità dello schermo diviso in più parti che lascia sempre a portata di dita i comandi del climatizzatore, i widget delle ultime funzioni utilizzate e quella attualmente aperta, un po' come il maxi schermo di Tesla Model S e Model X. Oltre alla grafica e alle informazioni presenti sulla strumentazione di questa Ghibli, l'interfaccia sperimentale Android N-Android Auto è in grado di comandare anche gli alzacristalli elettrici e la chiusura centralizzata, ma non la parte più sensibile dell'elettronica di bordo che regola freni, acceleratore, assetto e sistemi di sicurezza.

Autore:

Tag: Curiosità , auto italiane , tablet


Top