dalla Home

Home » Argomenti » Bollo e Tasse

pubblicato il 16 maggio 2016

Auto senza Rca, scatta la confisca senza la riattivazione della polizza

Pagare la multa non basta, lo dice una nuova Circolare ministeriale

Auto senza Rca, scatta la confisca senza la riattivazione della polizza

In breve: paghi la multa, ma non paghi la Rca? Scatta la confisca dell’auto. È l’estrema sintesi di una burocrazia pesantissima: una legge complicata (sulla Rca) viene chiarita da un’altrettanto articolata Circolare del ministero dell’Interno (la numero 300/a/3196/16/101/20/21/1 del 5 maggio 2016), che poliziamunicipale.it ha decifrato. Anzitutto, parliamo di auto che circola senza la Rca obbligatoria. Cosa deve fare la Polizia? Quali sanzioni per il proprietario del mezzo? Trascorsi 60 giorni dalla contestazione della violazione (articolo 193 del Codice della Strada), la Polizia, nel caso in cui il trasgressore abbia pagato la multa ma non riattivato la copertura Rc auto, invia il verbale alla Prefettura. Questi emette un'ordinanza-ingiunzione ai sensi della legge 689/1981: fissa il termine "entro il quale l'interessato dovrà procedere alla riattivazione della polizza con l'indicazione che la stessa, nel medesimo termine, dovrà essere portata in visione all'ufficio di polizia". L'ordinanza potrà già contenere anche il provvedimento di confisca conseguente al mancato adempimento degli obblighi indicati.

Zona grigia

Ma perché è arrivata questa Circolare? Per il sovrapporsi di norme bizantine. La questione dei conducenti dei veicoli non assicurati che possono essere ammessi al beneficio del pagamento scontato della multa ha evidenziato una zona grigia della normativa. Ovvero il caso frequente in cui il trasgressore paga tempestivamente la multa ma non riattiva la polizza Rc auto in tempi celeri. Ora che il ministero dell’Interno ha trovato la soluzione, servirebbe un secondo passo: il controllo della Rca con le telecamere. Che inviano la foto a un cervellone centrale: questo può attingere alla banca dati alimentata da compagnie e Motorizzazione. Infatti, la legge esiste, però mancano i decreti attuativi che consentano ad autovelox e Tutor (ma anche ai varchi elettronici delle ZTL) di beccare chi viaggia senza Rca, inviando una lettera a casa del proprietario del mezzo.

Pericolo pirateria

Ricordiamo che in Italia ci sono ben 4 milioni di veicoli senza Rca: un fenomeno in costante crescita. Il pericolo è che il non-assicurato si trasformi in pirata della strada, lasciando la vittima sull’asfalto e scappando, per sfuggire alla multa per mancanza di copertura assicurativa. Un pirata spesso sotto l’effetto di alcol o droga. Una spirale negativa da interrompere al più presto.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , assicurazioni , multe


Top