dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 16 ottobre 2007

Sicurezza stradale? Da oggi la fa l'automobilista

Segnala anche tu buche ed incroci pericolosi!

Sicurezza stradale? Da oggi la fa l'automobilista

Un automobilista conosce le strade che percorre ogni giorno? Se la risposta è sì, allora saprà quali sono i tratti più pericolosi della sua zona, quelli in cui l'asfalto è costellato di buche e magari gli sarà capitato più di una volta di lamentarsi delle svariate problematiche che mettono a rischio la sicurezza di tutti ed avrà pensato di segnalarlo a qualcuno. Da oggi potrà farlo direttamente in rete attraverso il portale www.smANIAdisicurezza.it.

Dietro quest'interfaccia virtuale c'è un'iniziativa promossa dalla Fondazione ANIA che si chiama "BlackPoint", espressione inglese che indica le zone caratterizzate da un'elevata probabilità di incidente. Oltre alla segnalazione tramite internet è possibile mandare un sms/mms al 331/2687575 o telefonare al numero verde gratuito 800.433.466. La Fondazione ANIA controllerà l'attività degli Enti competenti e poi informerà tutti coloro che avranno effettuato la segnalazione.

Inoltre, sul portale, grazie ad una banca dati con l'indicazione dei punti neri, è possibile individuare i percorsi più sicuri di tutta la Penisola attraverso un sistema cartografico. E' dunque possibile effettuare una ricerca dei blackpoint lungo una strada o in una città fornendo il nome della via e del comune.

Il passo successivo dell'iniziativa sarà quello di servirsi dei navigatori satellitari, di cui molte automobili sono dotate, per allertare il guidatore mentre si sta avvicinando ad un blackpoint già segnalato. Il sistema di navigazione potrà così riprodurre un segnale acustico per avvertire l'automobilista dell'approssimarsi di un punto pericoloso della circolazione.

Autore:

Tag: Curiosità , sicurezza stradale


Top