dalla Home

Eventi

pubblicato il 6 maggio 2016

Worthersee 2016, le Volkswagen tutte matte

Alla 35esima edizione del grande raduno austriaco tanta fantasia all'insegna della passione

Worthersee 2016, le Volkswagen tutte matte
Galleria fotografica - Worthersee 2016Galleria fotografica - Worthersee 2016
  • Worthersee 2016 - anteprima 1
  • Worthersee 2016 - anteprima 2
  • Worthersee 2016 - anteprima 3
  • Worthersee 2016 - anteprima 4
  • Worthersee 2016 - anteprima 5
  • Worthersee 2016 - anteprima 6

Chi l'ha detto che le Volkswagen sono noiose? Certo, le auto tedesche vengono spesso accusate di essere troppo serie, troppo figlie della Germania, famosa più per l'efficienza che per la fantasia. Basta però fare quattro passi al Worthersee, il raduno dei fan Volkswagen che si tiene da 35 anni sulle rive del lago Worther, in Austria, per capire che sotto la scorza un po' severa, si nasconde un'inaspettata creatività, un po' di follia ma soprattutto un grande amore per i modelli di Wolfsburg.

Prima regola, nessuna regola

In questi giorni il minuscolo e tranquillo villaggio di Reifnitz diventa un party a cielo aperto, dove la musica è sempre alta ma lo sono ancora di più la passione e il rombo dei motori. Tra stand che vendono ogni tipo di accessorio per i modelli del gruppo Volkswagen e camioncini che preparano i leggendari Wolfsburger Currywurst - Volkswagen stessa ogni anno produce sette milioni di queste salsicce, un numero superiore alle auto del marchio - è possibile vedere una Golf R portata a 500 CV dall'elaboratore Oettinger, accanto a un leggendario pulmino Bulli con pacchianissimi cerchi cromati e tavola da surf sul tetto. È la fantasia della gente "normale", però, che colpisce di più: cerchi enormi e luccicanti, colori da evidenziatore, adesivi, cromature, assetti che sfiorano l'asfalto, marmitte del diametro di una grondaia. Tutto è concesso e (quasi) tutto è bello, in una festa della personalizzazione dove l'unica regola è che non c'è nessuna regola. Quindi ben venga una Golf prima serie (qui la storia) completamente arrugginita cui è stato trapiantato il "cuore" V6 da 250 CV - o chissà quanti di più - di una R32 o persino una GTI Mk 5 in edizione speciale per i 30 anni ricoperta di dorature fin nel vano motore e con un porta-bottiglie di rum al posto della ruota di scorta.

Le sorprese Volkswagen per i suoi fan

Al Worthersee negli ultimi sette anni Volkswagen ha regalato agli appassionati del marchio elaborazioni uniche, dalla Golf GTI Performance del 2008 con portiere ad ali di gabbiano e carreggiate allargate, alla GTI Cabrio Austria del 2013. Nel 2016 la Golf GTI compie quarant'anni ed è naturale che le attenzioni della casa costruttrice si siano concentrate su di lei: oltre alla Golf GTI Clubsport, Volkswagen ha portato la Clubsport S, la serie limitata da 400 esemplari che ha appena segnato il record mondiale per un'auto di produzione a trazione anteriore al Nurburgring. Oltre alle auto di serie, allo stand Volkswagen ci sono anche due prototipi realizzati dai giovani stagisti che lavorano a Wolfsburg e Zwickau, la Golf GTI Heartbeat da 400 CV e la Golf R Variant Performance 35 da 350 CV, che anche nei numeri del motore celebra la trentacinquesima edizione del raduno. Una festa che mette insieme, senza pregiudizi, esemplari unici e ogni tipo di stravaganza, in un grande abbraccio a tutto il popolo delle auto del popolo.

Autore: Andrea Fiorello

Tag: Eventi , Volkswagen , auto europee , raduni


Top