dalla Home

Attualità

pubblicato il 3 maggio 2016

Guida autonoma, FCA si accorda con Google

Atteso l’annuncio ufficiale. Marchionne sorpassa la concorrenza

Guida autonoma, FCA si accorda con Google
Galleria fotografica - Chrysler PacificaGalleria fotografica - Chrysler Pacifica
  • Chrysler Pacifica - anteprima 1
  • Chrysler Pacifica - anteprima 2
  • Chrysler Pacifica - anteprima 3
  • Chrysler Pacifica - anteprima 4
  • Chrysler Pacifica - anteprima 5
  • Chrysler Pacifica - anteprima 6

FCA e Google hanno raggiunto un accordo per lo sviluppo dell’auto a guida autonoma. L’annuncio ufficiale è atteso in giornata a ora americana. Per Sergio Marchionne è un successo clamoroso, perché brucia sul posto i concorrenti dell’auto che stanno lavorando allo stesso progetto e all’idea di trovare una intesa con i giganti del tech, alleandosi con chi è più avanti in tema di intelligenza artificiale. Google ha cominciato a sperimentare su strada il sistema già dal 2009.

Sulla Chrysler Pacifica

L’accordo prevede che FCA metta a disposizione la sua nuova Chrysler Pacifica, prima auto del gruppo con propulsione ibrida presentata al Salone di Detroit nel gennaio scorso, sulla quale installare il software per la guida autonoma sviluppato a Mountain View. Il rischio non dichiarato è che il valore di un prodotto già dai bassi margini come l’automobile si sposti definitivamente sul software dall’hardware, cambiando radicalmente la prospettiva del business così come finora l’abbiamo conosciuto.

Viaggio nella Silicon Valley

Marchionne è stato l’anno scorso nella Silicon Valley, dove ha provato la Google Car, parlato con i dirigenti e probabilmente avviato la trattativa, senza dimenticare di far visita anche ad Apple – impegnata sullo stesso progetto di self driving con il piano Titan di cui però si conosce molto poco – e alla Tesla di Elon Musk, produttore di auto elettriche sulle quali funziona un sistema avanzato di guida semiautonoma denominato Autopilot.

Scenari inediti

L’accordo FCA e Google sorpassa di colpo quanto l’industria dell’auto sta facendo in questo settore, sviluppando in casa software e intelligenza artificiale proprio per non cedere ai giganti californiani (e asiatici come Huawei e Samsung che ci stanno lavorando) l’enorme massa di dati necessari, prossima fonte di profitti. Marchionne ha sempre puntato sulla finanza più che su ricerca e sviluppo. L’intesa con Google apre scenari inediti, confermando la spregiudicatezza del manager e la sua capacità di deal maker, clamorosamente vista all’opera con l’acquisizione della Chrysler con i soldi dell’amministrazione Obama nel 2009.

Chrysler Pacifica al Salone di Detroit 2016

Al Salone di Detroit 2016 FCA ha presentato il suo nuovo "minivan": si chiama Chrysler Pacifica ed è la sostituta potenziale della Lancia Voyager di casa nostra. Ha però qualcosa di speciale... è la prima vettura a motorizzazione ibrida del gruppo

Autore: Redazione

Tag: Attualità , guida autonoma


Top