dalla Home

Mercato

pubblicato il 26 aprile 2016

FCA, raddoppiano gli utili ma cresce il debito

Primo trimestre positivo grazie ancora al Nordamerica. Torna a salire l'indebitamento, obiettivi 2016 confermati

FCA, raddoppiano gli utili ma cresce il debito

Il consiglio di amministrazione di FCA – Fiat Chrysler Automobiles - ha approvato a Londra i risultati del primo trimestre 2016. Positivi per ricavi e utile operativo quasi raddoppiato, negativi invece per la crescita dell'indebitamento netto - si legge nella nota del gruppo - “principalmente attribuibile all'impatto negativo, pari a 1,3 miliardi di euro, della normale stagionalità del capitale di funzionamento, accentuato dal rallentamento produttivo per il passaggio a nuovi modelli e dai minori volumi di autovetture negli Stati Uniti”. Il Nordamerica resta la gallina dalle uova d'oro, venendo da qui quasi il 90% dell'utile operativo.

Ricavi e utili

Nel primo trimestre, i conti di FCA indicano un leggero aumento dei ricavi (+3%) a 26,57 miliardi di euro, un utile operativo (Ebit) quasi raddoppiato (+88%) a 1,3 miliardi dai 696 milioni del 2015, con l'Ebit “adjusted”, cioè escluse le poste non ricorrenti, salito da 700 milioni a 1,379 miliardi e margine quasi doppio dal 2,7% al 5,2%. L'utile netto è salito a 478 milioni dai 27 dello stesso periodo dell'anno precedente. Il debito netto industriale, invece, è passato dai 5 miliardi del dicembre 2015 ai 6,6 miliardi del 31 marzo scorso. La nota di FCA non ha tranquillizzato i mercati, insieme al no da Pechino del ceo Ford, Mark Fields, a una eventuale fusione: in Borsa a Milano il titolo è finito in zona negativa (-0,8% a 7,16 euro alle 13.49). Non stupisce che dell'1,3 miliardi di utile operativo, ben 1,22 miliardi arrivi dal Nordamerica, grazie non solo alle vendite ma anche a una rivalutazione del dollaro rispetto all'euro. Rispetto al primo trimestre del 2015, è andata bene anche l'Europa seppure in forma ridotta, che ha fatto registrare un utile di 96 milioni, contro i 25 dell'anno scorso. Un segnale positivo è giunto anche dall'America Latina, dove FCA ha guadagnato 11 milioni contro i 65 di perdita del primo trimestre 2015.

Ferrari il 2 maggio

Fca ha infine confermato gli obiettivi del 2016, che indicano ricavi netti superiori a 110 miliardi, adjusted Ebit superiore a 5 miliardi, utile netto adjusted superiore a 1,9 miliardi, debito netto industriale inferiore a 5 miliardi. Questa trimestrale è la prima in cui la Ferrari non è consolidata nei dati del gruppo. I risultati di Maranello verranno resi noti il prossimo 2 maggio.

Autore: Redazione

Tag: Mercato , auto italiane


Top