dalla Home

Curiosità

pubblicato il 22 aprile 2016

Dossier #sapevatelo

La “Little Red Corvette” di Prince era una Ford Edsel rosa

L’idea della canzone venne dopo una lunga notte in sala di registrazione

La “Little Red Corvette” di Prince era una Ford Edsel rosa
Galleria fotografica - Edsel, foto storicheGalleria fotografica - Edsel, foto storiche
  • Edsel, foto storiche - anteprima 1
  • Edsel, foto storiche - anteprima 2
  • Edsel, foto storiche - anteprima 3
  • Edsel, foto storiche - anteprima 4
  • Edsel, foto storiche - anteprima 5
  • Edsel, foto storiche - anteprima 6

Prince è scomparso ieri a 57 anni e tutti ne parlano. Certo il cantante non era un appassionato di auto, ma c’è una curiosità che vale la pena di rispolverare anche qui per riportare all’attenzione un marchio degli Anni ‘60 che ha avuto una storia breve, ma intensa. Parliamo della Edsel, una casa del gruppo Ford che in pochi conoscono o rammentano, e che si cela dietro un grande successo di Prince, la canzone “Little Red Corvette”.

Come Prince ebbe l’idea

Questo singolo, pubblicato nel 1983, è uno dei più celebri di Prince: proprio con “Little Red Corvette” riuscì a scalare la Top Ten americana per la prima volta e il successo fu internazionale. La rivista Rolling Stone la inserì addirittura al 108esimo posto nella sua classifica delle 500 migliori canzoni, mentre l’assolo di chitarra riuscì a piazzarsi come 64esimo nella 100 Greatest Guitar Solos redatta dai lettori di Guitar World. E’ insomma un pezzo di storia nella carriera di Prince, legato però non all’americana Corvette, bensì alla concorrente Ford. Il testo parla di una ragazza ambigua e Prince stesso parlò di come era nata l’idea di “Little Red Corvette”. Dopo una lunga giornata trascorsa in sala di registrazione con Lisa Coleman si riposò nella sua auto, una Edsel rosa, e gli venne l’ispirazione: una controversa storia d’amore (o di sesso) è come un’auto parcheggiata di traverso! Certo però sarebbe stata più affascinante una Corvette… e quindi le cambiò nome.

Edsel: un passato sfortunato, un presente da collezione

Le Edsel non raggiunsero mai l’Olimpo, ma del resto non erano neanche nate per farlo. Sul finire degli Anni ‘50 (quelli del boom economico) Ford decise di lanciare questo marchio per posizionarlo a metà strada tra le popolari Ford e le più sofisticate Mercury. Il legame col mondo della musica fu però subito fortissimo. Per presentare le nuove vetture il 13 ottobre 1957 fu organizzato un evento super VIP (e trasmesso in televisione) a cui parteciparono persino Frank Sinatra e Louis Armstrong. Tuttavia le Edsel non ingranarono e ci furono moltissime critiche, tanto che il nome Edsel in America venne anagrammato come "Every Day Something Else Leaks" cioè "Ogni giorno perde qualcosa". All’inizio degli Anni ‘60 la produzione cessò e oggi le Edsel sono molto ricercate dai collezionisti, perché ne sarebbero rimaste appena 6.000… e chissà dov’è andata a finire la Edsel legata a Prince.

Autore:

Tag: Curiosità , Ford , auto storiche , VIP


Top