dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 22 aprile 2016

BMW X7, l'ammiraglia rialzata

Il più grande dei SUV bavaresi arriverà nel 2018 con meccanica da Serie 7 e look da X5

BMW X7, l'ammiraglia rialzata
Galleria fotografica - BMW X7, il renderingGalleria fotografica - BMW X7, il rendering
  • BMW X7, il rendering - anteprima 1
  • BMW X7, il rendering - anteprima 2
  • BMW X7, il rendering - anteprima 3
  • BMW X7, il rendering - anteprima 4
  • BMW X7, il rendering - anteprima 5
  • BMW X7, il rendering - anteprima 6

Se pensate che già BMW X5 ed X6 rappresentino il massimo del lusso e della tecnologia applicata alla categoria dei SUV, preparatevi ad allargare i vostri orizzonti e ad accogliere la futura BMW X7, la vera ammiraglia tedesca dei "ruote alte" che vedete anticipata dal nostro rendering. La ricostruzione di OmniAuto.it è basata sulle ultime informazioni ufficiali disponibili e sulle tante voci che circondano il SUV grandissimo bavarese, potenziale concorrente di Mercedes GLS, Range Rover, Cadillac Escalade e Lincoln Navigator. Come gli altri modelli "X" anche l'X7 verrà prodotto nello stabilimento americano di Spartanburg per essere commercializzato a livello globale dal 2018 con prezzi non lontani dai 100.000 euro.

Figlia della Serie 7

Quasi tutti i segreti nascosti dietro lo sviluppo della nuova BMW X7 sono stati svelati recentemente dal responsabile vendite e marketing BMW, Ian Robertson, che in una serie di interviste ha confermato l'utilizzo della piattaforma modulare Cluster Architecture (CLAR) che già fa da base alla Serie 7. Con la grande berlina di Monaco la nuova X7 condividerà molta della meccanica e della tecnologia, anche se è possibile immaginare uno stile ripreso dalla X5, come si nota nel nostro rendering. Le misure saranno però ancora più imponenti, sia nella lunghezza totale che nel passo esteso, mentre è da escludere la parentela tecnica e stilistica con il futuro SUV Rolls-Royce (Progetto Cullinan) che avrà invece una scocca spaceframe in alluminio.

Due versioni, a 7 e 4 posti

Lo stesso Robertson ha detto che le X7 saranno due: una 7 posti in grado di sfruttare tutto lo spazio disponibile a bordo e una 4 posti dallo stile diverso per offrire un'esperienza di guida esclusiva e tanta comodità di viaggio. Questa versione super lussuosa della X7 a 4 posti dovrebbe però rappresentare solo una piccola percentuale delle vendite che sono destinate, come per la 7 posti, ai ricchi mercati di Stati Uniti e Cina. I motori di BMW X7 saranno presi dall'intera gamma del Costruttore bavarese, con un avvio produttivo segnato dalla presenza sotto al cofano di unità a 6 e 8 cilindri, benzina e diesel: le sigle già ipotizzabili sono quelle di BMW X7 30d, 40d, 50d e 50i, tutte presumibilmente abbinate alla trazione integrale xDrive.

Autore:

Tag: Anticipazioni , Bmw , auto europee , auto ibride , rendering


Top