dalla Home

Tecnica

pubblicato il 20 aprile 2016

Euro NCAP, è arrivata la doppia valutazione nei Crash Test [VIDEO]

La Suzuki Baleno ha 4 stelle con il pacchetto sicurezza e 3 senza. La Toyota Prius ha 5 stelle

Euro NCAP, è arrivata la doppia valutazione nei Crash Test [VIDEO]
Galleria fotografica - Crash Test Toyota Prius 2016Galleria fotografica - Crash Test Toyota Prius 2016
  • Crash Test Toyota Prius 2016 - anteprima 1
  • Crash Test Toyota Prius 2016 - anteprima 2
  • Crash Test Toyota Prius 2016 - anteprima 3
  • Crash Test Toyota Prius 2016 - anteprima 4
  • Crash Test Toyota Prius 2016 - anteprima 5

Le auto stanno diventando sempre più tecnologiche e quindi anche più sicure, grazie ai dispositivi che intervengono a supporto di eventuali errori umani (pensiamo ad esempio alla frenata automatica di emergenza). I crash test di Euro NCAP hanno già iniziato da tempo a tenerne conto e adesso è arrivata la doppia valutazione (dual rating) che aiuta ancora di più gli automobilisti, che magari devono scegliere l’auto da comprare, a capire che differenza c’è tra quella equipaggiata con tali dispositivi e la stessa che ne è sprovvista (il meccanismo è ben spiegato nel video di seguito). Di solito il safety pack comprende accessori come il freno automatico di emergenza (AEB – Autonomous Emergency Braking), spesso accompagnato dall’avviso di cambio di corsia, dallo specchio retrovisore con dispositivo antiabbagliamento oppure dai sensori di distanza anteriori e posteriori. A decidere se sottoporre o meno il modello al doppio test è il costruttore, ma l’obiettivo di Euro NCAP è di adottarlo in almeno la metà dei test programmati per il 2016. Il primo esempio in questo senso arriva da Suzuki: la Baleno con i dispositivi di serie ha ottenuto 3 stelle e quella con il safety pack ne ha ottenute 4. Nella stessa sessione di prove c’è la nuova Toyota Prius che con l’equipaggiamento di serie ha raccolto ben 5 stelle.

Suzuki Baleno, la tecnologia fa la differenza

Nella versione base, quella che ha ottenuto 3 stelle, la Baleno offre una discreta protezione agli occupanti (adulti 80%, bambini 73%), mentre verso i pedoni rimane ad un 65% che comunque, anche quando c’è il pacchetto sicurezza, rimane stabile. In questo secondo caso a cambiare è la protezione di chi è a bordo. Con il sistema di sicurezza attiva "RBS - Radar Brake Support", utile a prevenire le collisioni e a ridurne gli effetti, la protezione per occupanti adulti sale all’85%. Un dato, che unito al 43% ricevuto come giudizio sui dispositivi di sicurezza, le è valso una stella in più.

Il “sesto senso” di Toyota

La nuova Prius ha ottenuto percentuali piuttosto alte in tutte le prove, sia quelle per la protezione degli occupanti (adulti 92%, bambini 82%) che dei pedoni (77%), grazie proprio alla tecnologia (per i dispositivi di sicurezza ha ottenuto un punteggio dell’85%) ovvero al Toyota Safety Sense che comprende: il Sistema Pre-Collisione (una telecamera e dei sensori laser rilevano la presenza di veicoli che precedono la vettura ed evitano o riducono l'entità delle collisioni); l'Avviso Superamento Corsia, che avverte il conducente se l'auto si scosta inavvertitamente dalla corsia di marcia; gli Abbaglianti Automatici (i fari più adatti alla guida notturna sono attivati in automatico) ed il Riconoscimento Segnaletica Stradale, che visualizza determinati segnali stradali sul nuovo display TFT.

Galleria fotografica - Crash Test Suzuki BalenoGalleria fotografica - Crash Test Suzuki Baleno
  • Crash Test Suzuki Baleno - anteprima 1
  • Crash Test Suzuki Baleno - anteprima 2
  • Crash Test Suzuki Baleno - anteprima 3
  • Crash Test Suzuki Baleno - anteprima 4
  • Crash Test Suzuki Baleno - anteprima 5
  • Crash Test Suzuki Baleno - anteprima 6

Euro NCAP, doppia valutazione nei Crash Test

Euro NCAP raccomanda di scegliere auto che sono equipaggiate con i più moderni sistemi di sicurezza attiva e passiva.

Autore:

Tag: Tecnica , crash test , sicurezza stradale


Top