dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 20 aprile 2016

Scatola nera, si risparmia davvero?

Installandola la polizza si abbassa, ma il risparmio può tornare indietro come un boomerang

Scatola nera, si risparmia davvero?

Oggi, la Rc auto è obbligatoria per chi ha un’auto e per le compagnie, che devono rilasciare un preventivo vincolante. Invece, la Rca con scatola nera non è un obbligo né per voi assicurati né per le compagnie. Queste sono libere di offrire le polizze con black box, e gli automobilisti sono liberi di accettare. Ma allora, perché in Italia c’è il record del mondo di auto con scatole nere? Siamo a circa 15 vetture su 100 circolanti, con quel dispositivo che registra gli incidenti e la velocità al momento dell’impatto. Semplice: perché le assicurazioni, potendo limitare le frodi, abbassano il prezzo della polizza. Ma c’è un ma, e ve lo spieghiamo in basso in tre passi.

Tre punti che scottano

1# Contratto. Anzitutto, per contratto, accettando la Rca con scatola nera, voi dovrete sempre e comunque circolare con la black box installata sulla vettura. Lo sconto varia moltissimo a seconda della politica della compagnia, del profilo dell’assicurato (area geografica, classe di merito), della residenza dell’automobilista. Spesso, premia lo stile di guida: più siete prudenti, meno cara la Rca. Ma c’è il rovescio della medaglia: meno prudenti, più costosa la Rca. Un pericolo che si manifesta anche quando la vostra auto la guida un’altra persona: la Rca copre la macchina, non l’individuo.

2# Costo. In genere, il costo dell’installazione è a carico dell’assicurazione; però occorre vedere se e in che misura saranno a carico vostro i costi dell’abbonamento annuale al GPS e quelli della eventuale disinstallazione: magari, volete cambiare macchina, o tipo di assicurazione. E quanto costa la disinistallazione? Alla fine, quello che avete risparmiato con la scatola nera, non viene “mangiato” con la disinstallazione?

3# Boomerang. Non è tutto oro quello che luccica. È bene sapere che, in caso di incidente in cui avete ragione al 100%, e in cui l’altra macchina è responsabile al 100% (magari perché passata col semaforo rosso), la scatola nera potrebbe rivelarsi un boomerang. In che caso? Se voi andavate appena al di sopra del limite di velocità (lo dice la scatola nera), avrete un minimo di corresponsabilità nel sinistro. E così l’assicurazione vi risarcirà di meno rispetto agli effettivi danni. Attenzione: maggiore il superamento del limite, meno alto l’indennizzo a vostro favore. E le risultanze della scatola nera diventa molto difficile contestarle davanti a un giudice: diviene un oracolo quasi inappellabile.

Altri servizi

Le assicurazioni premono a favore della Rca con scatola nera. Grazie alla quale si hanno anche altri servizi: soccorso immediato (la black box avverte dell'accaduto la centrale operativa) e ritrovamento della macchina in caso di furto. Che però avviene se il ladro non ha schermato il segnale GPS, ossia se c’è ancora collegamento fra auto e satellite. Protezione dalle frodi assicurative? Sì, purché la scatola nera non possa essere manomessa da altre persone. Insomma, massima cautela...

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni


Top