dalla Home

Attualità

pubblicato il 19 aprile 2016

Il Centro, apertura nel caos per il mall di Arese

Nato sulle ceneri dello stabilimento Alfa Romeo, è uno dei centri commerciali più grandi d’Europa

Il Centro, apertura nel caos per il mall di Arese

Si chiama Il Centro. Ed è uno dei centri commerciali più grandi d’Europa, sorge ad Arese, sulle ceneri dell’Alfa Romeo, e prende ispirazione dalle antiche corti lombarde e dalla villa Valera con il suo borgo. Il concept architettonico si contraddistingue per il sistema di piazze, ognuna con una propria identità e tutte luoghi di aggregazione: qui, trovano posto oltre 200 negozi, 25 ristoranti, un centro diagnostico, un polo sportivo e diverse aree gioco. Ben 90.000 mq, e 6.000 posti auto. Al di là del mega-parcheggio, del richiamo all’Alfa e del fatto che lì accanto c’è una pista, che c’entra tutto questo con le macchine? C’entra eccome. Perché Il Centro è stato appena aperto e lo scorso weekend s’è scatenato l’inferno, dal punto di vista della viabilità. Code di 10 km sull’autostrada A8, all’altezza dello svincolo Lainate-Arese e sulle strade provinciali tutt’attorno al centro commerciale di Arese.

Facebook bollente

Così, su Facebook, è scattata la protesta: i cittadini di Lainate e Arese (i Comuni su cui sorge il centro commerciale) si sono lamentati del ciclone che si è abbattuto sul territorio. Addirittura 100.000 persone hanno varcato la soglia del mall. Aggiungendo gli ingressi di domenica, come comunica lo stesso centro, in un weekend hanno varcato le soglie del mall 200.000 persone. Secondo i dati forniti da Finiper, il centro accoglierà 13 milioni di clienti all'anno, con una media giornaliera di 35.000 visitatori. Un po’ per comprare, un po’ per curiosità: nella mega cittadella commerciale, costata 300 milioni di euro, hanno fatto l’esordio in Italia il colosso dell’abbigliamento low cost Primark e Lego. C’è pure Kentucky Fried Chicken, che ha inaugurato il primo ristorante in provincia di Milano.

Quale futuro

Ovviamente, per lo sviluppatore immobiliare de Il Centro, l’imprenditore Marco Brunelli, titolare di Finiper e delle catene commerciali Iper, Unes e U2 (e proprietario di un vasto patrimonio immobiliare commerciale), sarà un successo. Tuttavia, sembra che a livello di traffico, almeno per ora, le cose non siano andate per il verso giusto. La mega cittadella è stata concepita per essere raggiunta solo dalle auto, quasi a dimostrazione che, se davvero ci si vuole muovere in libertà in Italia, esiste solo il mezzo privato. Per avere un quadro completo della situazione, occorrerà vedere nei prossimi mesi quale sarà il flusso di traffico diretto verso il centro, e in uscita dallo stesso.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , lifestyle


Top