dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 18 aprile 2016

Toyota uBox, il futuro visto dai giovani

E' un prototipo elettrico sviluppato da un centro ricerca universitario in Carolina del Sud

Toyota uBox, il futuro visto dai giovani
Galleria fotografica - Toyota uBoxGalleria fotografica - Toyota uBox
  • Toyota uBox - anteprima 1
  • Toyota uBox - anteprima 2
  • Toyota uBox - anteprima 3
  • Toyota uBox - anteprima 4
  • Toyota uBox - anteprima 5
  • Toyota uBox - anteprima 6

Come saranno le Toyota del futuro? Quelle che guideranno i ragazzi e le ragazze che stanno prendendo la patente in questi anni? Se lo è chiesto la filiale americana della Casa giapponese, che solitamente sviluppa i propri veicoli in Michigan. In questo caso, invece, il prototipo dedicato alla Z-Generation è stato pensato nella Carolina del Sud, dagli studenti della Clamson University e in particolare da quelli che lavorano all'International Center for Automotive Research (CU-ICAR). Oltre ad avere progettato la uBox – questo è il nome dell'auto – i ricercatori americani l'hanno anche costruita a mano, con un lavoro di due anni in stretta collaborazione con i designer e gli ingegneri di Toyota Nord America. Il progetto, denominato Deep Orange, ha permesso agli studenti di calarsi in ogni aspetto dello sviluppo di un'automobile, dalle ricerche di mercato, agli studi di design fino all'assemblaggio.

Il cliente ideale della Toyota uBox è un giovane imprenditore che vuole un'auto in grado di soddisfare sia i bisogni di mobilità che quelli di un uso più ricreativo, fungendo allo stesso tempo da ufficio-mobile ma senza dimenticare lo stile. Per questo il design esterno è distintivo e giovanile, con una personalità ben definita e “muscoli” in evidenza, anche quando la vettura è ferma. L'interno, poi, è molto versatile con i sedili che scorrono su binari e offrono diverse possibilità. Inoltre, il cruscotto, le prese d'aria e i display sono completamente personalizzabili poiché si possono stampare con la stampante 3D, dopo aver preso o condiviso le proprie idee su una piattaforma online. Particolare anche il tetto panoramico che ha una curvatura ottenuta con un telaio in alluminio e fibra di carbonio sviluppato da zero. Infine, il powertrain, che è completamente elettrico e sfrutta un impianto da 110 volt che alimenta anche diverse prese nell'abitacolo.

Autore: Redazione

Tag: Prototipi e Concept , Toyota , auto giapponesi


Top