dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 18 aprile 2016

Documenti, ecco quelli giusti da tenere in auto

Con le recenti novità di legge vi ricordiamo cosa è indispensabile per evitare inconvenienti

Documenti, ecco quelli giusti da tenere in auto

Fra i settori più rivoluzionati dell’auto, recentemente, c’è quello della burocrazia. Infatti, s’è fatto un gran parlare di dematerializzazione (pensiamo al contrassegno Rca), digitalizzazione (col Certificato di Proprietà digitale), modernizzazione... Forse però non tutti hanno le idee chiare su quali documenti serva portare in macchina adesso, e quali avere a casa, alla luce delle nuove norme. Ecco allora, con l’aiuto dell’ACI, una mini-guida.

Sei punti chiave

1# Libretto. La carta di circolazione ("libretto di circolazione") è il documento necessario alla circolazione dell’auto: dovete sempre portarlo in macchina per circolare.

2# Motorizzazione. Il libretto è rilasciato dall’Ufficio provinciale della Motorizzazione civile (UMC) e riporta i dati relativi alle caratteristiche tecniche del veicolo.

3# CdP. Il Certificato di Proprietà (CdP), che ha sostituito il foglio complementare, è il documento che attesta lo stato giuridico attuale del veicolo ed è rilasciato dalle unità territoriali dell'ACI - Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

4# A casa. Non siete obbligati a portare il CdP per la circolazione del veicolo: custoditelo a casa ed è necessario per presentare ogni successiva richiesta al PRA.

5# Digitale. Dal 5 ottobre 2015, il Certificato di Proprietà dei veicoli a motore è diventato digitale. Chiunque acquisti un mezzo, nuovo o usato, non riceverà più il consueto Certificato di Proprietà cartace, o ma una ricevuta dell’avvenuta registrazione che conterrà anche il codice di accesso personalizzato con il quale visualizzare online il documento.

6# Certificato Rca. L’unico documento assicurativo necessario è il certificato cartaceo: attesta che siete coperti con la Rca obbligatoria. Un bel paradosso: dopo che s’è tanto parlato di dematerializzazione, l’unico documento fondamentale è di carta.

Più la patente

Ovviamente, oltre ai documenti dell’auto, serve quello del guidatore: la patente. Perfettamente in regola. Per quanto riguarda le patenti B per le auto, fino ai 50 anni d’età, il rinnovo deve avvenire ogni 10 anni. Tra i 50 e i 70 anni, ogni 5 anni. Fra 70 e 80 anni, rinnovo ogni 3 anni. Ogni due anni per gli over 80.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , assicurazioni , bollo auto


Top