dalla Home

Home » Argomenti » Flotte aziendali

pubblicato il 13 aprile 2016

Car sharing, di moda anche per le flotte aziendali

Il trend segna una crescita, ma a pesare è anche il servizio di condivisione interno alle aziende

Car sharing, di moda anche per le flotte aziendali

Per ora è solo una tendenza, ma le premesse per un boom ci sono tutte: parliamo del car sharing per le flotte aziendali. Infatti, fra i trend emersi dallo studio dell’Osservatorio Top Thousand c’è l’avvio verso una sempre maggiore integrazione dei servizi di car sharing nell’offerta di mobilità aziendale. Il 20% delle aziende intervistate mette già a disposizione del proprio personale i servizi di sharing pubblico: Enjoy e Car2go, che sono le più diffuse, o altri servizi analoghi, che però sono poco diffusi.

Ha già successo fra i privati

Quella forma di car sharing pubblico ha già successo fra i privati, specie a Milano e Roma. La macchina si prende in strada, si paga per quanto la si usa (in funzione del tempo, non dei chilometri), si parcheggia su strisce blu senza pagare e sulle gialle senza essere multati, e poi si lascia in strada. Tutto comodo, pratico, senza incombenze burocratiche e assicurative.

Poi c’è il car sharing interno

Per quanto riguarda le aziende, in parallelo al car sharing pubblico, c’è poi quello interno. Quasi il 50% delle imprese fa infatti ricorso al car sharing aziendale o al corporate car sharing. Per il 75% del campione questa formula riguarda meno del 5% dei veicoli in flotta e svolge una funzione di supporto. Il contesto è però in rapida evoluzione e destinato nell’immediato futuro a nuovi mutamenti con il 70% delle aziende che valuta come utile l’integrazione del car sharing nell’offerta di noleggio a lungo termine.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , car sharing , flotte aziendali


Top