Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 7 aprile 2016

Batteria auto, come controllarla in modo facile e veloce

Bastano poche accortezze per tenere sotto osservazione un componente fondamentale

Batteria auto, come controllarla in modo facile e veloce

Se volete sapere in che condizioni sono gli pneumatici della vostra macchina, il gioco è semplice: basta dare un’occhiata al battistrada e poi misurare la pressione (si fa così). Ma per la batteria auto, le cose cambiano, perché non c’è un difetto così tanti evidente da balzare subito agli occhi. Anzitutto, serve un Multimetro Digitale o Tester Digitale, che misura le correnti elettriche, la tensione in Volt. Tuttavia, il nostro consiglio preliminare è di fare da sé in un caso soltanto: dovete essere esperti di manutenzione della vettura. La batteria ha pur sempre a che fare con la tensione del veicolo, con l’apparato elettrico. Se non siete pratici, lasciate stare: non correte pericoli di nessun genere e fate effettuare il controllo in officina. Anche perché l’operazione varia a seconda del modello, dell’età del mezzo e del tipo di batteria. Vediamo di seguito qualche passo importante.

Sei passi

1# I prezzi. Il costo del Tester va da 15 euro insù: si trova di tutto sia su Internet sia nei negozi di ricambi auto. ll display è di facile lettura, fornisce informazioni chiare sulle condizioni della batteria . Non richiede di scollegare la batteria dal veicolo, la sua tecnologia opera in sicurezza.

2# Colore. In alcune batterie al piombo d'acido, c’è un codice colore (all’interno di un piccolo foro) che vi dice la carica attuale del dispositivo. Il colore verde significa batteria carica. Il nero significa batteria carica grosso modo al 50%: va ricaricata. Il bianco vuol dire batteria da sostituire. È il led autodiagnostico: verde= ok, nero da ricaricare, bianco=da “rabboccare”.

3# Tester. In assenza del colore, o comunque se si vuole andare più a fondo alla questione, ecco che vi soccorre il Tester. A cofano chiuso e a motore spento, inserite il cavo nero nella porta nera COM. Dopodiché, inserite il cavo rosso nella porta rossa V. Posizionate il selettore sul simbolo V corrente continua.

4# Tensione. Impostate il tester sul livello di tensione immediatamente superiore a quello della batteria. Basta seguire le istruzioni dello strumento: di solito 20 V. Dopo qualche istante, il Tester vi dirà il voltaggio della batteria.

5# Come leggere i numeri. In che modo leggere i numeri del Tester? Se segna un voltaggio pari a quello della vostra batteria, vuol dire che è carica al 100%. Invece, per voltaggi inferiori, può servire una ricarica: sarà lo stesso Tester a comunicarlo. In assenza di assorbimento, una batteria ben carica indica di solito non più di 12,5 Volt. Se la batteria è ok, la tensione dovrebbe essere compresa fra 12,4 e 12,7 volt. Ma sono solo valori indicativi.

6# Spento. Tutte le operazioni illustrate vanno fatte a motore spento. Col propulsore acceso, i valori salgono. Infatti, la batteria serve per accendere la vettura, o per attivare i dispositivi a motore spento. Appena in moto, la corrente viene fornita dall’alternatore, che nel frattempo carica la batteria.

Per la massima sicurezza

Il Tester normale a 12 volt vi consente di fare un controllo preliminare e indicativo dell’effettivo voltaggio della batteria. Tuttavia, è sempre consigliabile fare un passo in più: una verifica in officina. Per capire meglio se è il caso di cambiare batteria oppure no; e se la batteria sotto sforzo, con motore spento ma anche con motore acceso, va ancora bene.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , manutenzione


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 51
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 48
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 47
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 34
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top