dalla Home

Interviste

pubblicato il 6 aprile 2016

Lapo Elkann: "Non ho tradito la 500"

Ha messo le mani su barche e aerei, MINI e smart ma... Molto deve ancora venire

Lapo Elkann: "Non ho tradito la 500"
Galleria fotografica - smart fortwo by Garage Italia CustomsGalleria fotografica - smart fortwo by Garage Italia Customs
  • smart fortwo by Garage Italia Customs - anteprima 1
  • smart fortwo by Garage Italia Customs - anteprima 2
  • smart fortwo by Garage Italia Customs - anteprima 3
  • smart fortwo by Garage Italia Customs - anteprima 4
  • smart fortwo by Garage Italia Customs - anteprima 5
  • smart fortwo by Garage Italia Customs - anteprima 6

L'occasione era di quelle importanti: il 5 aprile a Milano non si è tenuta solo la presentazione delle versioni pois e pinstripe della smart, ma si è assistito al debutto di Garage Italia Customs nel listino ufficiale di una Casa automobilistica come un normale codice accessorio. All'appuntamento non poteva mancare ovviamente lui, Lapo Elkann, socio fondatore, ma soprattutto vulcanica guida artistica dell'azienda. Legittimamente e da buon imprenditore, Lapo deve guardare l'interesse della propria attività, ma vedere il suo volto legato in modo così forte a una delle rivali più temibili (anche se non dirette) della "sua" Fiat 500 un certo effetto lo fa.

OmniAuto.it: Non si sente di aver in un certo senso "tradito" la Fiat 500?
Lapo Elkann: "No, non ho mai tradito la 500 e non mi sento di averla tradita. Oggi rappresento e guido, insieme ad altre persone, un'azienda che si chiama Garage Italia Customs e che lavora a 360° nel mercato dell'auto, delle barche, degli aerei, delle moto e non solo (alla Milano Design Week che inizierà il 12 aprile, Garage Italia Customs presenterà una linea di prodotti con Kartell, azienda simbolo del design Made in Italy; ndr). Lavoriamo sia nel business to consumer che nel business to business e proprio nel B2B devo dire che col Gruppo Daimler abbiamo già collaborato con successo con il programma SUV Attack. La realtà è che noi portiamo lo stile italiano nel mondo, attraverso auto e più in generale prodotti italiani, tedeschi, americani, francesi, etc.. Abbiamo lavorato con Jeep, BMW, Volkswagen e altri marchi legati a supercar".

OmniAuto.it: Com'è nata la collaborazione con smart?
Lapo Elkann: "Fondamentalmente da un'intesa fra le persone. Dopo aver realizzato con reciproca soddisfazione il progetto SUV Attack con Mercedes (qui le foto della speciale linea Terra Arsa, ndr), sono bastate poche telefonate e due scambi di idee per dare vita a ciò che vedete stasera. E' una collaborazione nata in modo spontaneo e naturale e in modo naturale si è anche sviluppata: dal concepimento alla delibera finale del progetto ci sono stati pochissimi passaggi, a testimonianza della condivisione dei gusti e degli obiettivi fra noi e chi guida il marchio smart in Italia".

OmniAuto.it: Dopo 500 e MINI, con smart avete chiuso un cerchio, conferma?
Lapo Elkann: "Sì, per noi di Garage Italia Customs è motivo di grande soddisfazione, perché in un certo senso abbiamo incoronato il mondo del piccolo, ma il piccolo che piace. 500, MINI e smart sono infatti, ognuna a proprio modo, tre vere e proprie icone che peraltro si prestano benissimo alle personalizzazioni. Se c'è un cliente che vuole qualcosa di originale e ricercato, nella fascia delle auto piccole, è proprio quello di questi tre modelli".

OmniAuto.it: In che direzione state lavorando per le prossime proposte della capsule collection smart?
Lapo Elkann: "Innanzitutto, dal punto di vista metodologico, condividiamo qualsiasi idea con il nostro cliente. Dal punto di vista dello stile, abbiamo un contatto diretto e costante con il mondo della moda. Stiamo studiando il mercato dei trend e le ultime collezioni moda, valutiamo approfonditamente quello che piace a livello di colori, di pattern e di stoffe, in modo da proporre qualcosa che piaccia alle persone attente allo stile".

OmniAuto.it: Se ci si pente? Se si vuole togliere il "vestito" by Garage Italia Customs?
Lapo Elkann: "Il bello è proprio questo. Come nella moda, si può vestire l'auto con stili differenti semplicemente togliendo una pellicola e applicandone un'altra. Il wrapping si sposa perfettamente con la stagionalità e la lavorazione è molto veloce: due giorni e l'auto è in un certo senso nuova".

OmniAuto.it: Ci sono aziende e/o persone che vi chiedono consulenza, ma che vogliono l'anonimato?
Lapo Elkann: "Assolutamente sì. Abbiamo diversi clienti - aziende e persone fisiche - che per pudore o per riservatezza non vogliono far sapere ciò che hanno, ma che al gusto di qualcosa di particolare e ricercato non rinunciano e dunque ci chiedono di personalizzargli l'aereo, la barca o la supercar, ma di restare nel totale anonimato".

OmniAuto.it: Se dovesse definire l'attività di Garage Italia Customs, che parole sceglierebbe?
Lapo Elkann: "Noi lavoriamo per regalare un sogno, sia esso legato a una smart, a una 500, a una Vespa, a una Jeep o a uno yacht di lusso. Il sogno può essere quello del consumatore finale o quello di tutto il team dell'azienda - automotive principalmente ma non solo - con il quale lavori".

Autore: Adriano Tosi

Tag: Interviste , interviste , VIP


Top