dalla Home

Novità

pubblicato il 6 aprile 2016

Pirelli, arriva il nuovo P Zero

Migliorano aquaplaning, rumorosità, durata e tenuta di strada. Supercar e berline di lusso ringraziano

Pirelli, arriva il nuovo P Zero
Galleria fotografica - Nuovo Pirelli P Zero, la provaGalleria fotografica - Nuovo Pirelli P Zero, la prova
  • Nuovo Pirelli P Zero, la prova - anteprima 1
  • Nuovo Pirelli P Zero, la prova - anteprima 2
  • Nuovo Pirelli P Zero, la prova - anteprima 3
  • Nuovo Pirelli P Zero, la prova - anteprima 4
  • Nuovo Pirelli P Zero, la prova - anteprima 5
  • Nuovo Pirelli P Zero, la prova - anteprima 6

I pneumatici P Zero sono da anni il simbolo della massima tecnologia Pirelli applicata alle auto sportive e di lusso, supercar comprese, e hanno ormai una notorietà globale che li rende un vero marchio nel marchio. Il successo e l'apprezzamento da parte degli appassionati di prestazioni e delle stesse Case automobilistiche è stato costruito in 30 anni di sviluppo e serie successive, a partire proprio dalla mitica Lancia Delta S4 su cui hanno debuttato. L'arrivo del nuovo Pirelli P Zero che viene svelato in queste ore in Portogallo e che vede presente per OmniAuto.it il nostro Giuliano pronto a provarlo all'Estoril è quindi un evento, l'occasione per capire com'è cambiato questo autentico mito Made in Italy delle gomme ad alte prestazioni.

Meno aquaplaning e rumore

Le principali novità dichiarate da Pirelli per l'ultimo nato della famiglia P Zero si possono riassumere nella definizione di "pneumatico su misura con performance estreme e massima affidabilità" che rispetto alle serie precedenti promette di avere tenuta progressiva ad alte prestazioni, usura più regolare, rumorosità ridotta, minore resistenza al rotolamento, miglioramento dell'aquaplaning e una dote di 60 omologazioni da parte delle Case auto. A garantire questi risultati ci sono nuove mescole sottostrato, polimeri ad elevate proprietà meccaniche per ottimizzare le prestazioni su asciutto e bagnato e un inedito disegno del battistrada che utilizza incavi longitudinali più profondi per espellere meglio l'acqua. A questo il nuovo Pirelli P Zero aggiunge l'esclusivo F1 Bead, il tallone rinforzato e rigido derivato dalla Formula 1 e l'Extended Range Profile per un'usura più regolare e una vita utile più lunga. Una particolare attenzione è stata posta nel miglioramento della sicurezza sul bagnato del nuovo Pirelli P Zero che ha incavi più ampi e profondi sul battistrada per ottimizzare il lateral aquaplaning, migliorare del 10% la capacità di espellere acqua, abbassare il rumore e ridurre del 15% la rolling resistance.

Tre varianti per ogni esigenza

L'ultima evoluzione del P Zero viene proposto in tre diverse varianti tecnologiche destinate ad altrettante tipologie di auto: per le sportive esiste la versione con battistrada meno lamellato per una migliore dinamica, alle berline è dedicata la variante con spalla esterna intagliata in grado di assorbire l'impatto a terra a favore del comfort e per le supercar c'è quello simile alle slick di Formula 1 derivato dai P Zero Corsa. Fra le 60 omologazioni ottenute dal nuovo P Zero si segnalano super sportive come la Lamborghini Centenario, la Ferrari GTC4 Lusso, la Mercedes-AMG GT e la Porsche 718 Boxster. Ricordiamo poi che oltre alla versione base il P Zero può essere acquistato anche con le tecnologie PNCS (Pirelli Noise Cancelling System) per la riduzione ulteriore della rumorosità, Run Flat per la marcia fino a 80 km/h con gomma sgonfia e Seal Inside che sigilla automaticamente le forature.

Nuove Pirelli P Zero | Una "velocissima" anteprima dal Portogallo!

P Zero, come sapete, è sinonimo di gomma ad alte prestazioni. Pirelli ha presentato in Portogallo la nuova versione di questo pneumatico che equipaggerà le sportive, ma anche e soprattutto numerosi modelli di auto premium. Le stiamo provando anche noi sul circuito di Estoril e in attesa della video prova completa vi regaliamo questa breve anticipazione...

Autore:

Tag: Novità , pneumatici


Top