dalla Home

Home » Argomenti » Carburanti alternativi

pubblicato il 4 ottobre 2007

A Mantova una Stazione di Servizio ad Idrogeno

E' la prima "Agip multiEnergy" lombarda

A Mantova una Stazione di Servizio ad Idrogeno
Galleria fotografica - Agip è diventata "multiEnergy"Galleria fotografica - Agip è diventata "multiEnergy"
  • Agip è diventata \
  • Agip è diventata \
  • Agip è diventata \
  • Agip è diventata \

L'idea di una stazione di servizio ad idrogeno per rifornire i veicoli ad emissioni zero ha trovato una nuova realizzazione a Mantova, con l'inaugurazione della stazione di servizio Agip multiEnergy.

Il benzinaio in questione fa parte del progetto europeo chiamato Zero Regio, un piano che ha come finalità quella di sviluppare, nelle regioni Lombardia e Rhein-Main in Germania, dei sistemi integrati di mobilità sostenibile attraverso l'uso di stazioni di rifornimento ad idrogeno.

La stessa Commissione Europea, infatti, ha commissionato il progetto con la speranza che le nuove infrastrutture, ora a Mantova e già a Francoforte, possano "guidare" le Case automobilistiche in direzione di una produzione di vetture sempre più ecologiche.

Per quanto riguarda la produzione dell'idrogeno, poi, a Mantova questo viene prodotto all'interno della stazione di servizio, con un reformer da 20 mc/h alimentato a gas naturale. La tecnologia utilizza un processo catalitico ad alta temperatura con un flusso premiscelato di vapore e gas naturale che viene trasformato in idrogeno attraverso stadi successivi.

Sempre allo scopo di voler contribuire alla riduzione di emissioni di CO2, sia la stazione italiana che quella tedesca sono state considerate delle "Green Petrol Station" e sono state perciò dotate di impianti solari fotovoltaici rispettivamente di 8 e 20 kWp. Questi due impianti generano pertanto energia elettrica da fonte rinnovabile per un valore pari circa a 30.000 kWh/anno, il che significa una riduzione di circa 16 tonnellate/anno di emissioni di CO2.

Inoltre, ai fini del risparmio energetico, prossimamente la stazione multiEnergy lombarda potrà diventare una piattaforma di bioedilizia e bioarchitettura per sperimentare materiali riciclati a basso impatto, sistemi elettrici, termici e soluzioni di condizionamento ed illuminazione più efficienti per ridurre i consumi energetici in termini di kWh/m2/anno, così come sta avvenendo nel resto d'Europa.

Resta il fatto che, per il momento, la flotta di veicoli che verrà rifornita da questo "benzinaio" è costituita da sole tre vetture Fiat Panda a celle combustibili acquistate dalla Regione Lombardia per conto del Comune di Mantova.

Ricordiamo infine che al progetto Zero Regio hanno aderito 16 partner provenienti da 4 Paesi dell'Unione Europea e che in Italia la responsabilità di seguire il progetto è stata affidata alla Regione Lombardia.

Autore:

Tag: Attualità , carburanti alternativi


Top