Attualità

pubblicato il 30 marzo 2016

Scatola nera: decide se scatta il reato di omicidio stradale

La prova che il guidatore ha ucciso è registrata sulla centralina

Scatola nera: decide se scatta il reato di omicidio stradale

Il nuovo reato di omicidio e lesioni stradali è sempre più protagonista delle cronache quotidiane: si sono già verificati casi di persone che hanno ucciso o ferito al volante, violando le regole del Codice della Strada. Proprio per determinare le responsabilità dell'incidente, è di grande importanza (ancor più di prima) il ruolo delle Forze dell'ordine che intervengono sul luogo del sinistro. La cui dinamica precisa va ricostruita anche grazie alle testimonianze delle persone presenti sul posto al momento del tragico impatto. Ricordiamo fra l'altro che non è necessaria la morte di una persona affinché scatti il reato; basta il ferimento. Ma anche la tecnologia può aiutare a capire come sono andate le cose.

La Circolare del ministero

Infatti, secondo la Circolare del ministero dell'interno numero 300/A/2251/16/124/68 del 25 marzo 2016, emessa a seguito dell'introduzione del reato di omicidio stradale, la scatola nera (che registra la dinamica dei sinistri), se presente sulle auto, può essere decisiva. La Circolare al punto 1.3 lettera a), prevede come fonte di prova la scatola nera. Va evidenziato che il nuovo reato non si concretizza solo con il guidatore ubriaco o drogato: è punito con l'omicidio stradale colposo commesso da conducenti di un veicolo a motore in stato di ebbrezza alcolica con minore tasso alcolemico, che abbiano superato specifici limiti di velocità, che abbiano attraversato le intersezioni semaforiche disposte al rosso o abbiano circolato contromano, che abbiano effettuato manovre di inversione del senso di marcia in prossimità o in corrispondenza di intersezioni, curve o dossi, che abbiano effettuato sorpassi azzardati.

Numeri precisi

In particolare, per quanto riguarda la velocità, la scatola nera è molto preziosa: inchioda l'eventuale responsabile. È punibile il conducente di un mezzo a motore che procede in un centro urbano a una velocità pari o superiore al doppio di quella consentita; oppure che viaggia a più di 50 chilometri orari oltre il limite di velocità su strade extraurbane.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , assicurazioni , codice della strada , sicurezza stradale


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 55
  •  - Salone di Parigi 2016 -
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 38
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 44
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top