dalla Home

Attualità

pubblicato il 29 marzo 2016

UEFA Champions League, ora tocca alle elettriche Nissan

Per la finale del 28 maggio a Milano sono state messe a disposizione 100 vetture a impatto zero

UEFA Champions League, ora tocca alle elettriche Nissan

Da zero a 12 colonnine per la ricarica rapida (e pubblica) delle auto elettriche. E’ questa l’importante eredità che lascerà la partnership siglata a Milano tra il Comune, Nissan e la A2A in occasione della finale di UEFA Champions League in programma il 28 maggio. La casa giapponese, in qualità di sponsor dell’evento, ha concesso l’uso di 100 veicoli elettrici e la A2A ha realizzato l’infrastruttura di ricarica che dà una vera “scossa” alla città in termini di mobilità sostenibile, visto che proprio la ricarica - e il tempo necessario per effettuarla - è il principale ostacolo per la diffusione delle auto elettriche. “Questa partnership tra pubblico e privato nasce da una visione lungimirante del Comune di Milano che si è posta l’esigenza di risolvere il limite dei blocchi del traffico poiché i veicoli elettrici circolano sempre”, ha detto Bruno Mattucci, Amministratore Delegato di Nissan Italia.

L’iniziativa è la più grande in Italia per il numero di infrastrutture di ricarica rapida installate in una singola città e doterà Milano di oltre il totale delle colonnine veloci pubbliche presenti sull’intero territorio nazionale. Le nuove infrastrutture, lo ricordiamo, permettono una ricarica dell’80% della batteria in massimo 30 minuti. “Il futuro delle grandi città è a impatto zero - ha detto l’assessore alla Mobilità e Ambiente, Pierfrancesco Maran -. Milano, che negli ultimi tre/quattro anni ha vinto la grande sfida della sharing mobility, nei prossimi 5 dovrà diventare il laboratorio della mobilità elettrica”.

Autore:

Tag: Attualità , auto elettrica , calcio


Top